Prenestina

Cave - San Cesareo,  tre “topi d’appartamento” arrestati dai carabinieri

I Carabinieri della Stazione di San Cesareo e dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Palestrina, nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e, laddove necessario, alla repressione dei reati contro il patrimonio, hanno arrestato un...

I Carabinieri della Stazione di San Cesareo e dell'Aliquota Operativa della Compagnia di Palestrina, nell'ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e, laddove necessario, alla repressione dei reati contro il patrimonio, hanno arrestato un cittadino italiano, già conosciuto alle forze dell'ordine, con l'accusa di tentato furto aggravato in abitazione.

Provvidenziale è stata la telefonata al "112" che la proprietaria di casa ha fatto nel momento in cui ha visto un uomo che, passando dal giardino, era riuscito a introdursi nell'abitazione.

L'immediato intervento dei Carabinieri della Stazione di San Cesareo ha consentito di rintracciare l'uomo, che nel frattempo cercava di guadagnare la fuga, bloccandolo a poca distanza dalla casa appena "visitata". Il ladro è stato trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo.

Caso analogo si è verificato a Cave, dove due giovani cittadini di nazionalità albanese si sono introdotti in un'abitazione. Nella zona, loro malgrado, erano presenti delle autovetture di servizio "civetta", predisposte dal Comando della Compagnia Carabinieri per effettuare maggiore prevenzione contro i reati predatori. I militari hanno avuto gioco facile nel fermare i due malviventi e arrestarli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cave - San Cesareo,  tre “topi d’appartamento” arrestati dai carabinieri

FrosinoneToday è in caricamento