Cave, tutto pronto per l'escursione al Monumento Naturale Valle delle Cannucceta

Tutto pronto per l'escursione da Cave (Santa Anatolia) al Monumento Naturale   Valle delle Cannucceta(Castel S. Pietro)    prevista per il  24/4/2016  promossa e organizzata dall'associazione naturalistica A Refera.

Tutto pronto per l'escursione da Cave (Santa Anatolia) al Monumento Naturale Valle delle Cannucceta(Castel S. Pietro) prevista per il 24/4/2016 promossa e organizzata dall'associazione naturalistica A Refera.

Lunghezza: 13 km

Difficoltà: E (escursionistico)

Dislivello: 300m

PRANZO AL SACCO

nb chi vuole porti con se un falcetto o delle forbici per potatura, durante il percorso potremmo trovare qualche piccolo ostacolo e chi vorrà potrà contribuire alla sistemazione del sentiero per migliorarne la fruibilità, ringrazio in anticipo chi vorrà sotenerci nella manutenzione del sentiero ( non preoccupatevi non troveremo una foresta da disboscare )

Ore 8.30 ritrovo al bar "Il gatto nero" Piazza Caduti di Nassiriya Cave(Rm).

Ore 9 inizia il cammino:

ci dirigeremo verso il centro storico di Cave, attraversando dapprima l'Arco Mastricola (porta di ingresso al vecchio borgo) per poi scendere verso il fondovalle percorrendo le antiche vie del centro storico fino ad arrivare alla chiesa di Santa 'Natuja (S. Anatolia).

Da qui inizierà il vero e proprio percorso escursionistico su una carrareccia che, costeggiando il corso del Rio, risalirà il Vallone di Cave, importante per la rigogliosa vegetazione di zona umida.

Si passerà sotto i due ponti di Cave, il ponte vecchio e il ponte nuovo, superandoli e continuando a camminare di fianco al letto asciutto del torrente. La natura si farà ancora più selvaggia e attraverseremo fitti boschi di carpino, querce, "crugnale" (corniolo) ed altre essenze arboree e floreali. A questo punto il sentiero attraverserà il letto asciutto del Rio che da qui in poi sarà costeggiato da alte pareti rocciose ed assumerà l'aspetto di una forra. Attraverso boschi e radure continueremo a salire e andremo a visitare una bella cascata. Successivamente si attraverseranno ampie radure contornate da querce centenarie e quindi si arriverà nel bosco del Monumentonaturale delle Cannucceta (zona a protezione integrale). Qui il paesaggio diventa ancora più suggestivo: ci troveremo davanti alle arcate di un antico acquedotto romano e al tortuoso percorso del Rio (con fenomeni in atto di calcarizzazione di vegetali e l'importante presenza dellaSalamandrina dagli occhiali) che si snoderà attraverso il bosco tuttora integro. Con un'ultima piccola salita arriveremo alla nostra meta: la maestosa cinquecentenaria quercia del Pierluigi da Palestrina.

Qui si pranzera' con una lunga sosta per poi ripercorrere il percorso a ritroso, che ricalcherà quello dell'andata quasi del tutto, salvo risalire per la fonte dell'Acqua del cane nei pressi di Cave, qui ci fermeremo in casa di un socio di 'A Refera e l'associazione offrirà una merenda a chi vorrà condividerla insieme al gruppo.

Si consigliano scarpe da trekking, k-way, 1.5l acqua a persona

Info: associazione.arefera@gmail.com

339.800.80.86 (Alessandro)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In allegato il regolamento da scaricare, compilare e sottoscrivere

Se avete ulteriori domande da porre inviate una mail a associazione.arefera@gmail.com ,

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento