Cave-Zagarolo-Olevano, denunce e multe salate nei cantieri edili

Controlli dei carabinieri sui luoghi di lavoro. Controllati decine di cantieri, accertate violazioni, denunciate otto persone, controllati 42 operai di cui 3 assunti irregolarmente. Elevate sanzioni per un totale di oltre 45.000 euro e eseguiti un...

Controlli dei carabinieri sui luoghi di lavoro. Controllati decine di cantieri, accertate violazioni, denunciate otto persone, controllati 42 operai di cui 3 assunti irregolarmente. Elevate sanzioni per un totale di oltre 45.000 euro e eseguiti un sequestro penale ed uno amministrativo.

I Carabinieri della Compagnia di Palestrina, nell’ambito dei servizi finalizzati al controllo dell’igiene e sanità pubblica, prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro e presso le strutture di accoglienza, unitamente a personale della ASL RM/G di Palestrina –Area prevenzione e Sicurezza luoghi di lavoro e servizio igiene e sanità pubblica, hanno denunciato a piede libero il titolare della cooperativa che gestisce una comunità alloggio sita a Gallicano nel Lazio, per non aver messo a disposizione degli operatori che gestiscono la struttura, lo spogliatoio previsto e per non aver sottoposto a regolare manutenzione gli ambienti della struttura compresi gli impianti elettrici ed idraulici e dispositivi antincendio; inoltre il fabbricato è stato segnalato agli organi competenti perché versa in serio stato di degrado strutturale essendo privo di alcuni requisiti minimi obbligatori, ovvero il distacco di alcuni cornicioni, persiane in pessimo stato, parte della pavimentazione esterna degradata e rotta, presenza di umidità sulle pareti, pessima condizione d’igiene dei locali adibiti a dispensa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Presso un’ altra comunità per anziani del comune di Cave, invece, è stata denunciata la legale rappresentante per non aver aggiornato ed integrato la documentazione relativa alla valutazione dei rischi e per non aver effettuato gli adempimenti previsti in merito alla formazione del personale operante. Nel fabbricato sono state riscontrate carenze di dispositivi di sicurezza e strutturali e inoltre, sono stati riscontrati ospiti in più di quelli che la struttura poteva accogliere. Per quanto riguarda la sicurezza sui luoghi di lavoro, nel comune di Zagarolo sono stati controllati diversi cantieri edili: il bilancio è di due denunce a piede libero eseguite nei confronti dell’amministratore unico di una società e nei confronti del datore di lavoro di un’altra ditta. Le denunce sono scattate per carenze di requisiti di sicurezza delle strutture. Stesso discorso ad Olevano Romano, dove a finire sotto la lente d’ingrandimento dei Carabinieri è stata una ditta edile. È stato denunciato il datore di lavoro per non aver sottoposto a visita nr.3 dipendenti e per aver assunto irregolarmente un operaio, consegnando ai militari la documentazione di un altro operaio in regola, al fine di eludere i controlli.. Infine, a Rocca di Cave è stato denunciato l’amministratore delegato di un’altra ditta edile per non avere ottemperato regolarmente al previsto Piano Operativo di Sicurezza. Complessivamente, al termine del servizio sono stati controllati decine di cantieri, 2 attività socio-assistenziali, accertate 15 violazioni di cui 10 relativamente al DLGS 81/2008 e nr. 3 del Codice Penale, denunciate a piede libero 8 persone, controllati nr.42 operai/dipendenti di cui nr.3 non assunti regolarmente, eseguiti un sequestro penale ed uno amministrativo e contestate sanzioni per un importo di oltre 45mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento