Venerdì, 22 Ottobre 2021
Prenestina

Olevano-Genazzano, dalla scuola al territorio: nasce la rete per l’inclusione sociale

Scuola, comuni e servizi sociali dei Distretti Socio Sanitari G4 e G5 stipulano un accordo di rete per favorire l’inclusione scolastica, sociale e lavorativa degli studenti in condizione di disabilità. Dal progetto di assistenza specialistica...

Scuola, comuni e servizi sociali dei Distretti Socio Sanitari G4 e G5 stipulano un accordo di rete per favorire l'inclusione scolastica, sociale e lavorativa degli studenti in condizione di disabilità. Dal progetto di assistenza specialistica finanziato dalla Provincia di Roma all'Istituto d'Istruzione Superiore"R. Cartesio" di Olevano Romano, del quale fa parte la sede associata I.T.I.S "G. Boole" di Genazzano, nasce un modello di rete territoriale idoneo a favorire l'inclusione scolastica degli studenti con disabilità psicofisiche ed il loro coinvolgimento lavorativo e sociale nella vita di tutti i giorni.

Si guarda al futuro dei ragazzi con disabilità, oltre che al loro presente scolastico, con un'attività didattica

orientata allo sviluppo di conoscenze, abilità e capacità relazionali fondamentali per migliorarne l'inserimento ed il coinvolgimento dentro e fuori la scuola. Dell'accordo fanno parte oltre che gli istituti scolastici, i comuni di Olevano Romano e Genazzano, le Asl Rmg di Subiaco e Palestrina, i Distretti Socio Sanitari G4 eG5, il Centro per l'Impiego di Palestrina e alcune cooperative sociali del territorio. L'iniziativa rientra tra le attività promosse dal "G.L.I.S.S, Gruppo di lavoro per l'Inclusione Scolastica e

Sociale" , composto dai docenti di sostegno, dagli assistenti specialistici e dal personale Ata dell'Istituto

d'Istruzione Superiore "R. Cartesio" di Olevano Romano, che negli anni ha sviluppato un intervento

pluridirezionale accompagnando quotidianamente gli studenti in diversi progetti didattici e laboratoriali.

Per l'intero anno scolastico, Il G.L.I.S.S è stato promotore di iniziative teatrali, musicali, artistico-figurative, giornalistiche, multimediali e lavorative che hanno coinvolto gli studenti di ogni classe, sia del Liceo di Olevano che dell'I.T.I.S di Genazzano, stimolando azioni di sostegno diffuso verso gli studenti con disabilità, attraverso la pianificazione di attività di tutoring tra coetanei, esperienze progettuali e stage lavorativi.

I ragazzi sono stati messi nelle condizioni di sviluppare al meglio le proprie potenzialità, lavorando in laboratori strutturati per classi aperte dove gli assistenti specialistici e i docenti di sostegno si sono posti

strategicamente come interpreti e facilitatori della creatività e spontaneità dei giovani. Tra le varie iniziative proposte durante l'anno, il laboratorio"Vivarte" che ha visto la partecipazione di

circa 80 ragazzi, alle prese con attività di sceneggiatura, coreografia, musica, scenografia, pubblicizzazione e management della rappresentazione teatrale "Giuletta e Romeo" , in scena tra il 10 ed il 13 giugno. Il laboratorio musicale oltreché alle attività musicali, di canto e la creazione di gruppi vocalist e musicali, ha dato anche la possibilità ai ragazzi di cimentarsi come artigiani per la costruzione di veri e propri strumenti musicali, utilizzati poi durante il saggio di fine anno. Nel corso dell'anno sono nati inoltre il giornale studentesco " Carte Bollate" e la web-radio condotta da un gruppo eterogeneo di ragazzi disabili e nell'ambito delle attività del Gliss, sono stati inoltre attivati 10 stage lavorativi presso attività commerciali e professionali di Olevano Romano, Cave e Genazzano che hanno permesso agli studenti, per lo più del terzo, quarto e quinto anno, di intraprendere delle vere e proprie esperienze lavorative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olevano-Genazzano, dalla scuola al territorio: nasce la rete per l’inclusione sociale

FrosinoneToday è in caricamento