Olevano R.no, Umberto Quaresima si presenta con “Bene in Comune” e con le idee chiare ai cittadini

Affollata assemblea per discutere delle linee programmatiche della lista civica  Bene in Comune che ha candidato a Sindaco il Dott. Umberto Quaresima. Il quale, molto emozionato, si è presentato con idee chiare e linee

 

Affollata assemblea per discutere delle linee programmatiche della lista civica Bene in Comune che ha candidato a Sindaco il Dott. Umberto Quaresima. Il quale, molto emozionato, si è presentato con idee chiare e linee programmatiche precise sul come amministrare la città, e soprattutto ha invitato i cittadini olevanesi a portare le loro idee il loro contributo, perché si vuole, come sta avvenendo che la lista parte dal bassa, così come il programma.

Nel primo incontro con i cittadini, avvenuto all’interno della sala del Consiglio Comunale, il candidato a Sindaco della lista Bene in Comune Umberto Quaresima si è immerso con passione nella gestione della cosa pubblica mettendo a disposizione il suo curriculum di tutto rispetto con due lauree: in Economia e Commercio e Scienze Giuridiche e con un master biennale post lauream in Business & Administration. Revisore legale. E’il fondatore della Euroconsulting (agenzia per il lavoro), ha lavorato con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il Ministero del Lavoro, dell’Interno e come consulente tecnico con la Procura della Repubblica di Roma. Con Sviluppo Italia Spa e Italia lavoro Spa. e… scusate se è poco.

Quindi, una persona che mette avanti a tutto la propria competenza, e che parla dicompetenze di aree, per non fare di tutta un’erba un fascio; di competenze delle persone e soprattutto delle attitudini personali. Ha parlato di supporto alle imprese e assistenza all’imprenditoria per far crescere la città. Insomma, una persona che la vede molto lunga perché è partito dalla Buona Amministrazione, Legalità e trasparenza che sono le cose essenziali oggi. Poi ha toccato, il tema della tutela del territorio, dell’ambiente, qualità della vita, di economia, sviluppo e lavoro. Insomma, nei minuti che si è presentato ha dato ampia dimostrazione di centrare gli obiettivi per la gestione della cosa pubblica olevanese e siamo solamente all’inizio.

Dopo il suo intervento sono intervenuti una schiera di giovani e altre persone che hanno voluto dire la loro.

Raffaella Arceri ha parlato della comunicazione che svolge un ruolo di primo piano nel programma di Bene in Comune.

Tristano Callori ha parlato di un progetto di inclusione sociale attraverso laboratori multidisciplinari per i ragazzi della scuola dell'obbligo con particolare interesse ai discenti con bisogni educativi speciali. In questo progetto verrebbero coinvolti esperti di teatro, cinema, musica, arti figurative, danza e uno psicologo che seguirà in particolar modo ragazzi in stato di disagio.

Giuliano Ranieri di collaborazione. L'importanza del remare tutti insieme nella stessa direzione per credere e dare ad Olevano la rotta desiderata dagli olevanesi. Ci sono stati anche altri interventi molto qualificati a cominciare da quello di Nicoletta Amelia, Stefano Pizzuti, Valentina Rocchi e di Paola Buttarelli. Tutti giovani con idee molto chiare, che una volta sugli scranni comunali, di supporto alla lista e agli eletti, potranno benissimo dare il loro apporto anche al fine di dare un calcione definitivo ai vecchi modi di fare politica.I tempi sono cambiati ed i giovani avanzano prepotentemente con le loro idee e con il loro modo di fare.

Giancarlo Flavi

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento