Lunedì, 25 Ottobre 2021
Prenestina

Olevano Romano, approvato il bilancio di previsione. Nonostante le difficoltà congiunturali, l’Amministrazione Mampieri non aumenta le aliquote e dà il via al nuovo asilo nido

Nel corso dell’ultima seduta consigliare è stato approvato il bilancio 2013 del Comune di Olevano Romano. A seguito delle dimissioni del dott. Giulio Riccardi, in attesa della nomina del nuovo Presidente, il Consiglio Comunale è stato presieduto...

Nel corso dell'ultima seduta consigliare è stato approvato il bilancio 2013 del Comune di Olevano Romano. A seguito delle dimissioni del dott. Giulio Riccardi, in attesa della nomina del nuovo Presidente, il Consiglio Comunale è stato presieduto dal Sindaco Avv. Marco Mampieri.

L'avvio dei lavori è stato contraddistinto da un'ennesima e singolare iniziativa del Consigliere Rocchi che, unico rappresentante della minoranza, ha letto un comunicato ed ha abbandonato l'aula subito dopo.

Malgrado l'episodio, la seduta è proseguita regolarmente con l'illustrazione del bilancio da cui emerge che l'Ente Comunale, grazie ad un'attenta programmazione, è in grado di fronteggiare efficacemente la congiuntura economica attuale nonostante i pesanti tagli del governo centrale che, stando alle previsioni attuali, nel 2013 erogherà al Comune di Olevano Romano fondi per circa 200 mila euro, con una riduzione di oltre 400 mila euro rispetto al 2012.

Da sottolineare, inoltre, che rimane invariato il livello della pressione fiscale su ogni singolo cittadino rispetto al 2012, ad eccezione del nuovo tributo TARES su cui incidono le quote di pertinenza dello Stato ed i maggiori costi del nuovo contratto con il gestore del servizio che, diversamente dal passato, vanno integralmente computati nella sua determinazione.

La parte consistente delle uscite riguarda i lavori di messa in sicurezza e completamento dell'Istituto Scolastico Comprensivo, iniziati già nel 2011, cui il Comune ha potuto provvedere ricorrendo esclusivamente ai propri mezzi senza attendere i versamenti della Regione e soprattutto senza ricorrere a indebitamento.

Ad illustrare il bilancio il vice sindaco ed assessore competente Simeone Mastropietro: "I Comuni si trovano ad operare in un clima di costante incertezza normativa, come ad esempio è evidente dall'entrata in vigore del D.L. 31 agosto 2013 n. 102 che al momento ha soppresso solo la prima rata IMU, rinviando ad un successivo decreto ministeriale, il ristoro per i Comuni delle mancate entrate. Nonostante le evidenti difficoltà, a parte l'entrata in vigore della TARES, le aliquote e le tariffe dei vari servizi sono rimaste invariate ed a breve sarà operativo anche il nuovo asilo nido".

L'assessore Irene Ranieri, intervenuta successivamente ha focalizzato l'attenzione sul programma dei lavori pubblici, illustrando "la costruzione dei nuovi loculi cimiteriali, di cui si parla fin dal 2008, e il completamento della piscina, nonché del complesso scolastico".

Nel dettaglio è poi entrato il Sindaco Avv. Marco Mampieri che ha ringraziato gli assessori, il personale e tutti coloro che hanno contribuito alla presentazione del Bilancio, la cui elaborazione è sempre più laboriosa a causa delle incertezze normative e della difficile situazione economica degli ultimi anni: "I Comuni si sono trovati a fronteggiare i buchi della finanza statale, subendo, con le varie manovre Tremonti, Monti e spending review 2012, notevoli e progressive erosioni delle risorse assegnate ai Comuni, come si evince dai dati dell'Ifel. Nel 2012, per la nostra cittadina, si è avuta esattamente la riduzione alla metà dei trasferimenti erariali corrisposti nel 2011; nonostante ciò il Comune di Olevano nell'anno 2013 è riuscito a non gravare sui cittadini ed a garantire l'erogazione dei servizi, anzi introducendone di nuovi, come l'asilo nido. Per capire la complessità della situazione basta ricordare come il Governo Nazionale, in questo momento di caos politico istituzionale, ha demandato alla legge di stabilità per il 2014 la copertura finanziaria della la seconda rata I.M.U., che si riferisce invece all'esercizio 2013. Nonostante il difficile contesto, l'Amministrazione sta riuscendo comunque a rispettare il patto con gli elettori, mantenendo inalterate le aliquote e non aumentando la pressione fiscale. Inoltre, c'è sottolineare il brillante risultato dell'ottenimento del 66,5% della raccolta differenziata dei rifiuti, raggiunto ad agosto 2013, dopo un importante campagna di informazione per il nuovo servizio di raccolta "porta a porta", iniziato il 1° luglio. Questa Amministrazione si sta facendo altresì carico di importanti iniziative di promozione territoriale, sia sul fronte dell'enogastronomia ma anche su quello artistico-culturale, ponendosi tra l'altro a supporto delle istituzioni scolastiche presenti nel comune, Istituto Comprensivo e Liceo Scientifico "R. Cartesio", perché crediamo fermamente che il processo di rinascita e crescita di una comunità passi attraverso la scuola.

E' invece singolare l'atteggiamento della minoranza, ormai in frantumi, che ha scelto di non presenziare alla seduta di Consiglio. L'Amministrazione, dal canto suo, continuerà a portare avanti il processo di rinnovamento ed a porre le basi per un rilancio dell'intera comunità, non indebitando l'Ente e i cittadini per i prossimi anni, bensì pagando con le proprie risorse anche i debiti precedentemente contratti, secondo quanto previsto dal decreto 35/2013, e gestendo con attenzione e oculatezza le poche risorse a disposizione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olevano Romano, approvato il bilancio di previsione. Nonostante le difficoltà congiunturali, l’Amministrazione Mampieri non aumenta le aliquote e dà il via al nuovo asilo nido

FrosinoneToday è in caricamento