Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Prenestina

Olevano Romano, con il costo dei servizi invariati la maggioranza approva il bilancio

Con il solo voto della maggioranza è stato approvato il bilancio di previsione e nonostante il forte appello lanciato dal Sindaco Umberto Quaresima, la minoranza ha votato contro vanificando, di fatto, le promesse di collaborazione del primo...

Con il solo voto della maggioranza è stato approvato il bilancio di previsione e nonostante il forte appello lanciato dal Sindaco Umberto Quaresima, la minoranza ha votato contro vanificando, di fatto, le promesse di collaborazione del primo consiglio comunale.

Un bilancio molto equilibrato quello votato l'altro giorno in aula che guarda fino al 2019 ed in modo speciale al sociale e si sta lavorando sodo per il recupero di diverse somme, come ha ripetuto il sindaco Quaresima: "nel 2016 sono stati recuperati circa 800 mila euro rispetto al 2015 questo è un fatto che deve essere chiaro a tutti e non è politologia. Quindi questo recupero fatto di circa 800 mila euro, che si confermerà con il prossimo rendiconto consultivo 2016 in fase di approvazione, è stato effettuato attraverso un'attenta politica di bilancio volta da un lato a riaccertare e quindi ridurre, i residui passivi che definirei "sui generis o meglio insussistenti". Quindi - ha aggiunto il Sindaco - con questa revisione sono stati recuperati, circa 200 mila euro. Sono state anche poste le basi per accertare e quindi incrementare i residui attivi attraverso una più decisa e moderna politica tributaria di recupero delle imposte locali degli ultimi anni, come ben specificato dall'assessore dott. Ranieri per circa 100 mila euro. Ci siamo impegnati in questi 6 mesi di amministrazione a recuperare soldi persi 60 mila euro dell'Edera (ex Zeppieri per imposte non pagate negli ultimi 15 anni), a recuperare importanti somme vecchie curiosamente mai richieste alla società Megasolare, a recuperare somme mai richieste alla società che gestisce la piscina comunale (circa 85 mila euro)etc. Signori parliamo di molti danari recuperati o recuperabili rinvenibili nel DUP e nel bilancio di programmazione.

Inoltre è in corso un forte recupero che continuerà nei prossimi anni, con l'aiuto dell'assessore al bilancio dott. Giuliano Ranieri, di crediti esistenti ma a volte non formalizzati. Come ad esempio:

  • Farmacia comunale ASP di Ciampino accertamento recupero economico previsto dal 2010 per circa euro 140 mila;
  • Società Megasolare (mega impianto fotovoltaico ad Olevano R.) accertamento recupero economico in corso previsto dal 2012 ad oggi per circa euro 400 mila euro (di cui come detto una parte incassata nel 2016);
  • Società RCC Costruzioni (Il Cardinale) accertamento per inadempimento convenzione urbanistica per circa euro 300 mila.
  • Azioni di recupero per accertamenti su spese non pagatedall'utenza negli ultimi anni su pulmini e mensa per complessivi circa 130.000 mila euro
  • Azioni di recupero dalla vendita di lotti in zona artigianale in zona artigianale PIP località Campo al tempo non pagati per circa euro 300 mila
  • Messa a reddito finalmente dei pannelli solari, esistenti da molti anni ma non produttivi, per mezzo della predisposizione della domanda del conto energia a enel (pannelli in piazza Wojtyla sopra l'asilo nido comunale e presso l'ex scuola media) per circa 20.000 euro;
  • Gestione e razionalizzazione delle utenze: Enel/Eni (eliminazione utenze inutili quali quella delle scuole elementari, installazione di contatori a defalco per utenze comunali); Telecom (eliminazione di diversi cellulari comunali inutili, revisione di contratti telefonici oggi assolutamente diseconomici, potenziamento reti internet);
  • Gestione delle forti criticità legali ereditate derivanti da un contratto, direi capestre, stipulato con la Cidelumen SA, con sede a Lione di 900 mila euro per 9 anni. Un contratto che stiamo cercando comunque di onorare pagando i vecchi decreti ingiuntivia società di recupero crediti che ci hanno martoriato per sanzioni, interessi e spese legaliper oltre 200 mila euro, un contratto sottoscritto e voluto da storici amministratori, ma assolutamente non in linea con le caratteristiche strutturali e con le possibilità del ns. Paese che oggi ci penalizza fortemente perfino a detta di noti esperti di settore ed di ex responsabili dell'Ufficio tecnico
  • Valutazione circa l'opportunità, o meno, di acquisire l'ex frantoio Bonugliasito in via Roma, per adibirlo a teatro comunale e sviluppare i locali commerciali a fronte strada, ricordiamo che è stato ripreso un contributo pubblico approvato di euro 712 mila e che è stato firmato alcuni anni fa un contratto fra il proprietario ed il Comune per una vendita ad un prezzo di euro 675 mila, di cui 50 mila già pagati al proprietario stesso. Dopo vari incontri eelaborazione di una perizia tecnica da noi inviata al demanio per la necessaria valutazione di congruità (fra l'altro curiosamente cosa mai fatta prima), si è concordato con il proprietario di abbassare il prezzo di vendita ad almeno 318 mila, cioè di ridurlo rispetto ad oggi di oltre 350 mila euro, nonostante, come detto, il proprietario avesse nelle mani un contratto di vendita già sottoscritto dal Comune e un anticipo già incassato. Preciso che non è detto che acquisteremo l'immobile (ex frantoio) neanche a quel prezzo fortemente ribassato, perchè occorre rivedere il piano finanziario (spese e entrate) e i lavori di ristrutturazione, in ottica di economicità ed efficienza.
  • Gestione del pagamento di importanti avvisi di parcelle a nr. 2 professionisti per servizi legali prestati negli ultimi 20 anni per oltre 250 mila euro: a) contenzioso della zona 167 oltre 100 mila euro; b) altre spese legali per 150 mila. Riduzione del costo del personale dell'ufficio tecnico di circa 40 mila euro anno. In tale contesto credo che potremmo arrivare ad una transazione che riduce della metà il presunto debito, cosa non da poco.
Come detto recuperare 800 mila euro in soli 6 mesi mi sembra sinceramente un risultato apprezzabile anche in considerazione dell'attuale forte crisi economica nazionale e locale. Una politica di bilancio che è determinata con i poteri forti, ma anche pronta ad ascoltare le esigenze della popolazione dando dignità alle fasce più deboli ed in difficoltà e dando speranza alle nuove generazioni - ha aggiunto il sindaco- evitando di caricarli di nuovi debiti comesapete tutti ha fatto spesso la politica. Ci siamo detti ultimamente con il ns. capogruppo dott. Enrico Arceriche se non avessimo adottato queste silenziose, ma importanti azioni di recupero economico probabilmente oggi avremmo un debito quasi come quello del Comune di Bellegra, che come sapete sta dichiarando il dissesto finanziario. In sintesi il DUP, che è in perfetta linea con quanto indicato del ns. programma elettorale, sconta interventi volti da un lato a migliorare la qualità dei servizi resi dall'ente secondo logiche nuove e dall'altro al contenimento di molti costi inutili di cui oggi avete contezza e che saranno debitamente comunicati a tutta la cittadinanza olevanese. Ha concluso Quaresima".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olevano Romano, con il costo dei servizi invariati la maggioranza approva il bilancio

FrosinoneToday è in caricamento