Prenestina

Palestrina, approvato il bilancio. Buona l'intesa con le minoranze. La soddisfazione del Presidente Fatello

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Alle ore 18.15 circa del 31 luglio 2014 abbiamo chiuso il quarto Consiglio Comunale dall’insediamento della nuova amministrazione. E’ tempo di vacanze e di relax ma molti, anche quest’anno, le ferie dovranno trascorrerle...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Alle ore 18.15 circa del 31 luglio 2014 abbiamo chiuso il quarto Consiglio Comunale dall'insediamento della nuova amministrazione. E' tempo di vacanze e di relax ma molti, anche quest'anno, le ferie dovranno trascorrerle a casa.

La crisi che attanaglia il Paese rende tutto più difficile e noi, come tutti gli Enti locali, anche se non possiamo trovare soluzioni ad un problema così grande di certo possiamo fare il massimo per governare al meglio la nostra preziosa Palestrina. Un percorso che vogliamo condividere con l'intera comunità ed è per questo che voglio fare un breve resoconto dei primi mesi di lavoro della nuova Amministrazione. Per buona parte degli eletti le prime sedute di Consiglio sono state anche di "rodaggio", per prendere confidenza con la complessa macchina amministrativa e cominciare a gestire regolamenti e leggi che indicano la strada dei lavori da fare quotidianamente. Nonostante questo dobbiamo dire che l'Amministrazione, dal giorno dopo le elezioni, è partita subito a gran velocità, affrontando al meglio impegni molto importanti. I primi due consigli sono serviti, prima di tutto, ad eleggere tutte le cariche e gli organi collegiali, indispensabili e previsti dallo Statuto comunale. Abbiamo poi affrontato alcune criticità inattese, come lo stop dei lavori della Pro Loco, che ci ha fatto correre ai ripari per l'organizzazione dell'estate prenestina e speriamo ora che il maltempo molli un poco la presa.

La movida notturna del centro storico, movimentata e per colpa di pochi a volte anche fuori dalle regole della convivenza civile, ci ha fatto penare non poco e ci tiene ancora in allerta. Siamo intervenuti celermente alla collaborazione richiesta dal Comune di Castel San Pietro sull'utilizzo dell'isola ecologica e nel penultimo Consiglio abbiamo approvato una mozione sulle linee generali per trasmettere in diretta streaming le prossime sedute consiliari. Un punto che tutto il Consiglio ha approvato quasi all'unanimità, eccetto una parte della minoranza che non ha voluto condividere lo spirito dell'iniziativa comune, già discussa nelle conferenze dei capigruppo. Sono, comunque, certo che tutti i gruppi consiliari si uniranno, al momento nell'attivazione delle dirette e della costituzione del regolamento per le riprese. Ritengo questo punto un passo veramente importante verso la trasparenza amministrativa che consentirà a tutti i cittadini di seguire i lavori delle sedute comodamente da casa. Lo streaming è soltanto una delle iniziative a favore della partecipazione amministrativa dei cittadini nelle istituzioni, e ne seguiranno presto altre.

Infine l'importante Consiglio comunale di ieri, che ci ha visto approvare il Bilancio di previsione. Un Consiglio che ci ha impegnato dalle ore 9 di mattina fino alle 18, con un confronto che inizialmente è stato anche duro, su ogni punto all'ordine del giorno, per poi diventare molto utile e fruttuoso su ciascun emendamento e delibera. Per uno strumento economico, quello del Bilancio preventivo, che pone le condizioni per la programmazione delle future opere e per gli impegni da assumere da qui a dicembre e, in parte, per i prossimi anni. Un bilancio difficile da far quadrare, visto che sempre più gli Enti Locali - dopo l'introduzione di nuovi tributi locali come Tasi, Tari e Imu e i pesanti tagli ai trasferimenti dello Stato (sulla base di un importo stimato a rialzo del presunto gettito di questi tributi) - sono oramai costretti a fare gli esattori dello Stato, avendo di fatto solo virtualmente la facoltà di scegliere se applicare o no queste imposte.

Una specie di "auto-ghigliottina" che, negli ultimi anni, ha portato Palestrina a perdere oltre 2 milioni di euro (418.000? nel 2011, 678.000? nel 2012, 805.000? nel 2013). Sulla Tari, il nuovo tributo sui rifiuti che nel gettito complessivo resta identico alla Tares dello scorso anno, la maggioranza ha voluto presentare un emendamento che renda meno pesante questo aggravio attraverso una redistribuzione del carico per le utenze domestiche, sostenendo le famiglie più numerose e intervenendo anche sulle utenze economiche che in taluni casi avrebbero avuto un peso fiscale drammatico. L'emendamento ha introdotto anche ulteriori agevolazioni di carattere sociale, per situazioni con disabilità e per chi ha avuto difficoltà per la perdita del lavoro. Nonostante le difficoltà appena elencate le entrate totali e le tariffe sono rimaste invariate, con il tentativo di mantenere gli stessi livelli qualitativi e quantitativi.

Voglio, infine, segnalare con orgoglio la collaborazione tra maggioranza e minoranza sulle decisioni di spostare la terza rata della Tari a Gennaio 2015, per dare maggior respiro ai cittadini sulla pressione fiscale, e l'importante decisione di sostenere la Caritas diocesana di Palestrina con un contributo sociale di 12.000 euro a sostegno delle famiglie indigenti residenti. Una scelta di grande sensibilità, stimolata da un emendamento del gruppo di Forza Italia che il sindaco Adolfo De Angelis, la maggioranza e il Movimento Cinque Stelle hanno voluto sostenere nonostante il voto di astensione del resto della minoranza.

Personalmente sono soddisfatto per l'approvazione del Bilancio preventivo, raggiunta con una maggioranza compatta e una minoranza impegnata su ogni punto. Sono convinto che faremo bene e che i cittadini di Palestrina dovranno continuare a monitorare il nostro operato che dovrà essere, ogni giorno di più, puntuale e preciso. C'è molto da fare e ci riusciremo se, tutti insieme, sapremo mettere da parte le scorie elettorali e i rapporti politici inquinati del passato e, non di meno, se la questione democratica sarà liberata dalla retorica delle verità auto-glorificanti dei presunti saperi politici. Il lavoro sarà concreto e proficuo per la città se sapremo vivere il Comune come un'istituzione politica egualitaria in cui il Consiglio comunale rappresenti al meglio l'equa distribuzione tra i consiglieri ciascuno portatore della parola pubblica, di istanze e volontà che vanno a rispettare le esigenze, i bisogni e le decisioni collettive. La sfida è grande ma non deve spaventarci. Ringrazio tutti i consiglieri e gli uffici comunali per l'impegno ed il lavoro fatto in questi primi mesi e auguro a tutti i prenestini una buona estate e una buona Sagra del Giglietto. Emiliano Fatello (Presidente del Consiglio Comunale di Palestrina)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palestrina, approvato il bilancio. Buona l'intesa con le minoranze. La soddisfazione del Presidente Fatello

FrosinoneToday è in caricamento