menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palestrina, con la solenne Processione è partita la Festa di Sant’Agapito. Il programma completo delle sfide

Con l’omaggio al Santo Patrono di Palestrina da parte dei Rioni Porta San Biagio,  Porta San Giacomo,  Porta San Martino e Porta San Cesareo è partito ufficialmente il Palio di Sant’Agapito che si concluder con la tradizionale giostra della Scifa.

Con l'omaggio al Santo Patrono di Palestrina da parte dei Rioni Porta San Biagio, Porta San Giacomo, Porta San Martino e Porta San Cesareo è partito ufficialmente il Palio di Sant'Agapito che si concluder con la tradizionale giostra della Scifa.

In questi primi giorni sono partite le gare preliminari per l'assegnazione dei primi punteggi e nel pomeriggio di domenica, nel giardino del Principe, si è svolta la prima gara di tiro con l'arco che ha decretato la seguente classifica provvisoria: 1° San Biagio con quattro punti, 2° San Giacomo con 3 punti, 3° San Martino con 2 punti ed ultimo San Cesareo con un punto. Poi tutti a messa nella centralissima piazza Pierluigi celebrata dal vescovo Diocesano Mons. Domenico Sigalini, affiancato dai sacerdoti e dai diaconi della provincia che nell'omelia ha ricordato il martirio di Sant'Agapito, paragonato ai martiri cristiani di oggi in Iraq e nelle altri parti del mondo dove questi vengono perseguitati.

Finita la messa c'è stata la lunga processione a cui hanno partecipato diversi sindaci e gonfaloni delle città limitrofe. Presenti il Sindaco De Angelis e tutta la sua giunta, presente anche l'On. Rodolfo Lena ( presidente commissione Sanità della Regione Lazio e già sindaco di Palestrina), i rappresentanti di Veroli (città gemellata perché quando Palestrina fu colpita dalla peste gli abitanti si rifugiarono nella città ciociara) e gli altri Sindaci di Castel San Pietro, Rocca di Cave, Gallicano, Bellegra. Nonché le autorità militari con il Cap. Arcangelo Maiello Comandante la Compagnia dei Carabinierie ilComandante della Stazione dei Carabinieri, Luogotenente Giuseppe Vaia autorevole rappresentanza della Guardia di Finanza di Colleferro. Subito dopo la processione sono ripresi i giochi: tiro con la fune, gioco con la palla poi l'esibizione degli sbandieratori della Città di Palestrina molto applauditi.

Cenni Storici del Palio di Sant'Agapito

Nel vivo della manifestazione si entra, formalmente, nei giorni che precedono il 18 Agosto, con la lettura in Piazza Regina margherita, dei bandi di sfida ed il volteggiar leggero dell'arte degli sbandieratori prenestini; in prosieguo con le semifinali e finali di pallamano. Nei pomeriggi di mezza estate assistiamo ad un'avvinciente quanto incalzante maratona di gare, sfide, giochi: la concentrazione del tiro con l'arco; la forza del tiro alla fune; l'equilibrio del gioco della conca; l'abilità del fuso; il tutto accompagnato dal tifo della quattro porte della città, dal rullo dei tamburi, dal contagioso entusiasmo della competizione.

Finalmente arriva il tanto atteso giorno di Sant'Agapito, dai quartieri partono i cortei storici, sfilate itineranti di nobili, popolano, cavalieri, avvolti in velluti e damascati; al fruscio delle vesti si unisce lo zoccolo recalcitrante dei cavalli, al sibilo delle bandiere il cicalio dell'estate prenestina.

Giunto su Viale G.Paolo II, il corteo si dischiude ed inizia l'attesa giostra della Scifa, due cavalieri per ciascuna della quattro porte (Porta San Biagio, Porta San Martino, Porta San Cesareo e Porta San Giacomo) dovranno centrare, correndo a cavallo, un anello sospeso ad un'altezza tale da non rendere agevole l'impresa. Portati in trionfo i vincitori, l'appuntamento riprende, sotto il mantello della notte, in Piazza Regina Margherita, dove a seguito delle finali del tiro alla fune e del gioco della conca, avverrà la proclamazione del quartiere vincitore e l'assegnazione del palio di Sant'Agapito. Addizionalmente, torneranno ad aprirsi le taverne, antichi luoghi d'incontro dove ritemprarsi con una cucina semplice e genuina, un buon bicchiere di vino, qualche divertimento e forse, chissà, il sorriso di una locandiera di Goldoniana ispirazione. L' Apertura delle predette taverne avverrà in alcuni dei luoghi più suggestivi della città, all' interno del perimetro di ciascuna porta; l'operatività è prevista nel periodo centrale di Agosto, sempre in occasione dei festeggiamenti del Santo Patrono. Questo il programma di lunedì 18 ore 16,00 Partenza dei Cortei Storici dal Convento di S.Lucia

ore 17,30 Viale Giovanni Paolo II Esibizione degli Sbandieratori di Palestrina. Giostra della Scifa

ore 20,30 Partenza dei Cortei Storici dai Giardini del Principe

ore 21,00 Piazza Regina Margherita Corsa della Conca (n.2 incontri)

Esibizione degli Sbandieratori di Palestrina

Torneo Tiro alla Fune (n.2 tirate)

In serata proclamazione Quartiere vincitore Assegnazione del Palio di Sant'Agapito.

E-Book Sant'Agapito Martire Prenestino

Camminando in questi giorni tra i vicoli del centro di Palestrina, si capisce subito il fermento e l'aria di festa che circola. E' una settimana speciale, quella di Sant'Agapito, la festa più importante dell'anno per noi prenestini. Fin dai primi di luglio si scorre in fretta il calendario in attesa della settimana di festa. Comitato dei cittadini, Diocesi e Amministrazione sono tutti attivi per i preparativi e per i festeggiamenti. Spesso però gli aspetti più frivoli della festa tolgono la centralità alla figura del giovane Agapito, che resta per i prenestini un modello di fede unica.

Dobbiamo recuperare la nostra identità tornando a marcare con forza ed entusiasmo la figura del nostro Santo Patrono. Per primo sarà quindi l'Amministrazione, per mano della Presidenza del Consiglio Comunale, ad iniziare questo percorso di rivisitazione della nostra storia, donando a tutti i cittadini un e-book sulla vita, i luoghi e delle piccole pillole di curiosità sulla vita e la storia di Sant'Agapito. Buona festa a tutti.

Il Presidente del Consiglio Comunale

Emiliano Fatello

Foto e servizio di Giancarlo Flavi vietata la riproduzione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento