Racing Club (calcio), Bacchiocchi: «Il k.o. col Monterotondo Scalo non guasta un’annata splendida»

Si è conclusa con una sconfitta la stagione della prima squadra del Racing Club. Il 3-1 con cui il Real Monterotondo Scalo si è aggiudicato la finale dei play off relega la squadra di mister Pino Petrelli al secondo posto dei ripescaggi per...

bacchiocchi marz (5)

Si è conclusa con una sconfitta la stagione della prima squadra del Racing Club. Il 3-1 con cui il Real Monterotondo Scalo si è aggiudicato la finale dei play off relega la squadra di mister Pino Petrelli al secondo posto dei ripescaggi per l'Eccellenza e quindi con serissime possibilità di un salto di categoria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente Antonio Pezone, però, ha già annunciato l'acquisto delle quote della "vecchia" Lupa Castelli Romani (che crede nel ripescaggio in Lega Pro) e bisognerà capire nelle prossime settimane che destino avrà il titolo della prima squadra del Racing. «Ora ci godiamo qualche giorno di riposo, è stata una stagione intensa e molto lunga» dice capitan Gianluca Bacchiocchi. «La mia priorità personale è il Racing perché qui ho trovato un ambiente fantastico, una società organizzatissima e un gruppo di compagni con cui è nato un rapporto speciale. Ascolteremo cosa avrà da comunicarci il club e decideremo serenamente il nostro futuro. Se ho ambizioni di fare ancora categorie superiori? Se uno gioca a calcio deve sempre averne, ma il prossimo anno compirò 30 anni e bisogna valutare alcune situazioni». Il centrocampista centrale analizza in modo più approfondito la finale di ieri con il Real Monterotondo Scalo. «Siamo arrivati un po' stanchi all'atto conclusivo della stagione, recentemente alcuni infortuni non ci hanno permesso di allenarci al meglio, ma va dato onore ai nostri avversari di aver strameritato la vittoria. Abbiamo provato a reagire dopo il primo gol pareggiando con Bolzoni, poi il gol del 2-1 e la successiva espulsione di Seferi ci hanno tagliato le gambe. Dopo una rincorsa incredibile come abbiamo fatto noi per strappare un posto nei play off e dopo una serie di partite tiratissime come quelle con Sezze e Montespaccata, forse siamo arrivati un po' svuotati mentalmente e abbiamo dovuto cedere. Ma questa sconfitta non inficia una stagione comunque molto positiva: il nostro obiettivo era arrivare tra le prime tre del campionato e provare a fare il salto di categoria, direi che il traguardo lo abbiamo raggiunto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento