menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione, bando cup con costi minori ma più qualità servizi a cittadini inserita clausola solidarietà a tutela lavoratori

Il servizio del Cup nel Lazio era in proroga da oltre dieci anni. Per questo motivo la Regione Lazio ha deciso di indire a giugno un nuovo bando per l’affidamento dei Centri Unici di prenotazione (Cup) delle Aziende sanitarie ed ospedaliere del...

Il servizio del Cup nel Lazio era in proroga da oltre dieci anni. Per questo motivo la Regione Lazio ha deciso di indire a giugno un nuovo bando per l'affidamento dei Centri Unici di prenotazione (Cup) delle Aziende sanitarie ed ospedaliere del Lazio che alla luce delle nuove tecnologie e tecniche informatiche offrirà servizi più efficaci, veloci e diretti ai cittadini del territorio.

La gara è stata indetta con uno stanziamento inferiore rispetto a quello messo a disposizione nell'ultima gara, senza intaccare la qualità dei servizi offerti ai cittadini. E' prevista una conseguente riduzione degli operatori necessari di circa 150 unità sui poco oltre 1000 addetti. Tale riduzione rispetto al passato può anche non esserci con lo studio di particolari organizzazioni del lavoro che potranno mantenere l'intera forza occupazionale. E' stata inoltre inserita una intoccabile clausola di solidarietà che tuteli i diritti dei lavoratori e in particolare le categorie svantaggiate. Una dimostrazione di affidabilità e sensibilità da parte dell'amministrazione regionale che intende portare modernità ed efficienza nell'erogazione dei servizi sanitari, senza rinunciare alla salvaguardia di quei lavoratori svantaggiati.

Questa mattina, presso la sede di Via Cristoforo Colombo, alcuni rappresentanti della Cabina di Regia della Sanità della Regione Lazio, il segretario generale della Regione, Andrea Tardiola e l'assessore regionale al Lavoro, Lucia Valente hanno ricevuto una rappresentanza delle associazioni sindacali e una delegazione di lavoratori del Cup.

La Regione Lazio ha offerto la propria disponibilità ad aprire un tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali chiedendo la presenza di Anac, poiché il nuovo bando fa parte di quelli esaminati dall'Autorità Anticorruzione. Il tutto nell'ottica di evitare lo sciopero indetto dai sindacati per il prossimo 21 settembre.

BUSCHINI: "IN ARRIVO UN AVVISO DA 5 MILIONI DI EURO PER LA RICOLLOCAZIONE DEI DISOCCUPATI OVER 30"

Dalla Regione Lazio in arrivo quasi 5 milioni di euro, relativi alla sola annualità 2015, per la ricollocazione dei disoccupati di lunga durata (almeno 12 mesi) residenti nel Lazio e che devono aver già compiuto il trentesimo anno di età. È quanto prevede l'Avviso pubblico "Adesione dei disoccupati al contratto di ricollocazione", dove per aderire il disoccupato da 30 a 65 anni dovrà compilare l'apposita documentazione nei giorni che vanno dal 30 settembre sino al 9 di ottobre: tutte le modalità, in ogni caso, saranno comunicate dall'Ente del Presidente Zingaretti entro il 18 settembre sul sito www.regione.lazio.it. Per chi volesse chiedere maggiori informazioni è attivo l'indirizzo mail contrattoricollocazione@regione.lazio.it".

Lo dichiara in una nota il consigliere regionale e Presidente della Commissione Bilancio Mauro Buschini.

"L'obiettivo del contratto di ricollocazione - spiega Buschini - è aiutare chi cerca lavoro mettendolo direttamente in rapporto con agenzie specializzate che, entro 4 mesi, dovranno offrire ad ogni persona un'offerta occupazionale adeguata. Stiamo riorganizzando i servizi del lavoro passando dal concetto di 'assistenza' a quello di 'servizio' per le persone, cercando di non lasciare indietro nessuno nelle fasi che intercorrono tra un periodo di lavoro e l'altro. Si tratta di un innovativo strumento di politica attiva che sostiene economicamente i disoccupati e supera i tradizionali sussidi che si sono rilevati insufficienti nel grave periodo di crisi che ci ha colpito. I dati dimostrano che, dopo 8 anni di crisi nera, l'occupazione del Lazio torna a crescere prima e di più rispetto ad altre Regioni italiane: ciò non basta, perché la situazione rimane critica e sicuramente non ci induce ad abbassare la guardia. Siamo consapevoli, però, che la rotta tracciata è corretta e continueremo a lavorare per un nuovo sviluppo e per combattere con veemenza la questione legata alla disoccupazione nel nostro territorio al fianco di chi è in difficoltà e dei ceti sociali più deboli".

-------

P.S.Per sapermne di più si può consulatre anche la Euroconsulting di Olevano Romano, agenzia gratuita a disposizione di chi ne richiede l'assistenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento