Regione, Lupi (PD); con sequestro impianto Kyklos a rischio differenziata nel Lazio

 Il Consigliere Regionale Simone Lupi (Pd), Vice Presidente della Commissione Bilancio e membro della Commissione Ambiente, interviene dopo la notizia del sequestro dell’impianto di compostaggio “Kyklos” da parte della magistratura dopo la tragica...

Il Consigliere Regionale Simone Lupi (Pd), Vice Presidente della Commissione Bilancio e membro della Commissione Ambiente, interviene dopo la notizia del sequestro dell’impianto di compostaggio “Kyklos” da parte della magistratura dopo la tragica morte dei due lavoratori durante lo scarico nell’impianto dell’umido che trasportavano.

“Se confermate le notizie circa le cause della tragica morte degli operai alla Kyklos saremmo davanti ad uno scenario gravissimo – commenta il Consigliere Lupi – Gli impianti di società partecipate dal pubblico come Acea devono essere una garanzia sulla qualità e la trasparenza nel trattamento dei rifiuti. Auspico che la magistratura faccia velocemente il suo lavoro per dare chiarezza a lavoratori e residenti limitrofi all’impianto.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
“Il sequestro dell’impianto crea però quanto abbiamo sempre sperato si evitasse: l’impossibilità di scaricare nell’unico centro di compostaggio a servizio della Provincia di Roma (e non solo) può bloccare la differenziata a cui cerchiamo di dare impulso in ogni modo! – sottolinea il consigliere democratico – La frazione organica rappresenta circa il 30% dei rifiuti e la situazione di fatto di monopolio da parte della Kyklos già aveva creato delle storture nella dinamica dei prezzi, facendo ormai pagare lo smaltimento dell’umido più dell’indifferenziato.”

“Ora con la chiusura rischiamo di pagare salatissimo l’assenza di alternative concrete e in quantità sufficienti. Per questo da tempo chiedo l’accelerazione delle autorizzazioni a nuovi centri di compostaggio, specialmente a quelli programmati dalla Provincia di Roma e già in avanzata fase autorizzativa come quelli di Gallicano nel Lazio e Velletri. Se pensiamo all’aumento della differenziata a Roma ed alla necessità di creare sana concorrenza anche in questa fase del ciclo dei rifiuti, è fondamentale dare il via a nuovi impianti di trattamento della frazione organica!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento