Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Roma

Regione,   riunioni del tavolo territoriale per il partenariato por-fesr 2014-2020 per la provincia di Roma e Frosinone

Fabiani: “lavorare per innovazione e internazionalizzazione e per la messa a sistema del settore produttivo laziale.Frosinone, Camera di Commercio il presidente Pigliacelli: “è  necessaria un'inversione di tendenza. Creiamo il team europa”

Fabiani: "lavorare per innovazione e internazionalizzazione e per la messa a sistema del settore produttivo laziale.Frosinone, Camera di Commercio il presidente Pigliacelli: "è necessaria un'inversione di tendenza. Creiamo il team europa"

Promuovere l'innovazione e l'internazionalizzazione del tessuto produttivo laziale grazie al coinvolgimento dei territori, alla concentrazione delle risorse e alla selezione dei settori nei quali intervenire. Questi gli obiettivi del Tavolo Territoriale per il Partenariato Por-Fesr 2014-2020 per la Provincia di Roma che si è riunito oggi nella sede della Regione Lazio. L'incontro è stato presieduto dall'assessore regionale allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani, e ha visto la partecipazione dell'autorità di gestione Por-Fesr 2007-2013, Rosanna Bellotti.

L'appuntamento era finalizzato alla condivisione con le rappresentanze istituzionali, le parti sociali e i protagonisti della realtà economica e sociale del territorio, delle priorità d'azione e delle linee di intervento del Piano Operativo Regionale del prossimo settennio (2014-2020), in special modo per quel che riguarda il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale.

Nella nuova programmazione, la somma complessiva a disposizione del Fondo Fesr per la Regione Lazio sarà di 913,2 milioni di euro, ossia il 34,4% del totale dei fondi europei destinato al Lazio (poco più di 2 miliardi e 651 milioni di euro). Da notare che nel prossimo settennio il Fesr laziale avrà a disposizione circa 170 milioni di euro in più rispetto alla precedente programmazione 2007-2013. Si tratta di un importante risultato del lavoro fatto tra maggio e dicembre dell'anno scorso dall'attuale amministrazione regionale che ha fatto passare il Lazio dalla posizione di Regione italiana più lontana dagli obiettivi europei a quella di terza Regione italiana per la spesa complessiva e la prima per spesa Fesr (insieme a Piemonte e Toscana) con 861 milioni di euro di spese (di cui 433 per il Fesr) certificati il 31 dicembre 2013.

"Il nostro scopo finale - ha dichiarato l'assessore Fabiani - deve essere quello di far sviluppare appieno il comparto produttivo regionale, seguendo i binari dell'innovazione e dell'internazionalizzazione, lavorando per aumentarne la competitività e garantirne l'inserimento nel sistema economico globale." "La realtà economica laziale - ha continuato poi Fabiani - è ricca di potenzialità latenti che però dobbiamo fare sviluppare e soprattutto mettere a sistema; noi, infatti, siamo tra le prime Regioni italiane per quanto riguarda la spesa in materia di ricerca e innovazione, quanto all'export di prodotti tecnologici e per quanto riguarda le attività di ricerca e sviluppo." "Non siamo però avanti in termini di sistema ed è su questo che dobbiamo lavorare: nel mettere a sistema le realtà produttive tra loro e con quelle del mondo della ricerca. E questo sarà possibile solo grazie alla partecipazione di tutti", ha concluso.

Anche per il territorio della Capitale e della sua Provincia, dunque, l'Amministrazione regionale avvia così la nuova pianificazione, ispirata da cinque principi fondamentali che sono alla base della programmazione Por-Fesr 2014-2020: concentrazione delle risorse su obiettivi condivisi con i territori e le parti sociali, selezione rigorosa dei progetti per non disperdere i fondi, promozione di investimenti di lungo periodo che portino a cambiamenti strutturali nell'economia regionale, recupero dei ritardi di competitività e sostegno alle eccellenze produttive dei territori.

È già attivo il sito https://partenariato.porfesr.lazio.it, consultabile per accedere alla documentazione relativa alla nuova programmazione e per inviare suggerimenti. A breve, si terrà una riunione del tavolo regionale del partenariato che raccoglierà le indicazioni ricevute dai territori e che sarà seguita da un secondo incontro ai primi di luglio. Obiettivo finale: la redazione del nuovo Por entro il 22 luglio prossimo. L'incontro ha visto la partecipazione del mondo istituzionale ed economico della provincia.

FROSINONE, IL PRESIDENTE PIGLIACELLI: "È NECESSARIA UN'INVERSIONE DI TENDENZA. CREIAMO IL TEAM EUROPA"

"La Regione Lazio insieme al sistema camerale sta lavorando moltissimo per favorire l'accesso ai fondi europei. E' risaputo che questo Paese, l'Italia, e questo territorio ne hanno usufruito sempre poco. Ora è arrivato il momento di cambiare rotta. E' necessaria un'inversione di tendenza: si accede ai fondi con progetti realizzabili . Alla luce di ciò e del rapporto con la Regione Lazio, la Camera di Commercio di Frosinone si è posta come obiettivo la creazione di un team Europa: un gruppo di dieci ragazzi, neo laureati, che abbiano voglia di mettersi in discussione nell'affrontare un percorso formativo di qualche mese. Al termine del quale i giovani potranno essere a disposizione delle Amministrazioni Pubbliche. E' un impegno che ho preso qualche tempo fa che oggi voglio ribadire. Iniziative di questo genere, però, hanno bisogno della concertazione di tutti. Un team di giovani non toglie spazi ma arricchisce e ci fa fare passi in avanti a tutti". E' quanto ha dichiarato il presidente della Commercio di Commercio Frosinone Marcello Pigliacelli nell'aprire i lavori dell'iniziativa "Il Lazio decide e cambia". Nel corso dell'appuntamento, organizzato dalla Regione Lazio - Assessorato allo Sviluppo Economico,è stata presentata la programmazione 2014-2020 per i fondi POR FESR. Ai lavori ha partecipato l'assessore regionale Fabio Refrigeriche tra l'altro a parlato anche del Viadotto Biondi, i cui lavori dopo le opere di carotaggio, la Regione aveva dimenticato di chiedere il permnesso alla Sovrintendenza, dovrebbero partire. Quando???

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione,   riunioni del tavolo territoriale per il partenariato por-fesr 2014-2020 per la provincia di Roma e Frosinone

FrosinoneToday è in caricamento