menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
001

001

Regione, su punti nascita in linea con gli standard nazionali

Con le azioni previste dal Piano di riordino della Rete ospedaliera e dagli Atti aziendali, il Lazio sulla rete perinatale per la prima volta si allinea agli standard nazionali per garantire la sicurezza del percorso nascita, così come previsto...

Con le azioni previste dal Piano di riordino della Rete ospedaliera e dagli Atti aziendali, il Lazio sulla rete perinatale per la prima volta si allinea agli standard nazionali per garantire la sicurezza del percorso nascita, così come previsto anche dalle norme ministeriali.

Obiettivo inderogabile del Piano è quello di garantire strutture adeguate, moderne ed in grado di assicurare alla mamma e al bambino il massimo della sicurezza e della qualità assistenziale al momento del parto. In questi giorni le Aziende con la necessaria modularità sono chiamate a mettere in atto quanto previsto dai decreti". Lo comunica in una nota la Regione Lazio. Lo comunica una nota della Regione Lazio P.S. A significare che molto presto i reparti di Colleferro che non raggiungono gli standar nazionali chiuderanno! ----------------------------- Regione, 'qualita europea per la rete trasfusionale'. firmati da zingaretti i decreti di accreditamento. "La rete dei servizi trasfusionali e le unità di raccolta sangue operanti nel circuito regionale sono rispondenti ai requisiti previsti dalle normative nazionale ed europee. Lo certificano i decreti di accreditamento definitivo di tutti i servizi di immunologia e medicina trasfusionale (Simt) del Lazio e sue articolazioni così come previsto dal decreto di riorganizzazione e che indicava di concludere il complesso processo amministrativo entro il 30 giugno 2015.

Gli atti sono stati firmati dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Con la conclusione del percorso amministrativo si certifica che la rete è in grado di assicurare la qualità e la sicurezza dei prodotti destinati alle trasfusioni ivi compreso il plasma destinato alla produzione di medicinali emoderivati".Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento