menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione, su vertenza sanità privata in campo per tutela lavoratori e pazienti

“In ordine alla mobilitazione dei lavoratori della sanità privata organizzata oggi dai sindacati confederali, la Regione Lazio auspica l’apertura di un tavolo di confronto tra sindacati e imprenditori per evitare situazioni di dumping contrattuale...

"In ordine alla mobilitazione dei lavoratori della sanità privata organizzata oggi dai sindacati confederali, la Regione Lazio auspica l'apertura di un tavolo di confronto tra sindacati e imprenditori per evitare situazioni di dumping contrattuale e che la vertenza produca disagi per i pazienti. Per quanto ci riguarda è aperto un tavolo trilaterale dove la Regione indicherà i termini per una complessiva riforma del settore". Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

SANITA; ABBRUZZESE (FI): ZINGARETTI È MASTROBUONO CONTINUANO A PRENDERE IN GIRO CITTADINI

"Zingaretti e la Mastrobuono prendono in giro i cittadini della provincia di Frosinone è lo fanno in modo palese e irresponsabile". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, vice presidente della Commissione Sviluppo Economico, Lavoro e Pmi.

" A Frosinone come a Cassino, a Sora come Alatri le chicchiere sono a zero, negli ospedali servono interventi strutturali che permettano un adeguato livello di assistenza alla popolazione che sempre più spesso, sfiduciata, decide di migrare altrove per avere le cure necessarie, oppure, peggio, è costretta a subire disservizi che rischiano di comprometterne addirittura il lo stato di salute. Anche i cittadini della Provincia di Frosinone hanno diritto ad una sanità efficiente ed efficace. Le promesse sono state tante, ma degli impegni presi dalla maggioranza che governa la Regione Lazio, nessuno, per il momento è stato mantenuto. Da ultimo anche l'apertura della casa della Maternità ad Alatri, al centro di molte polemiche nei mesi addietro dopo la chiusura del reparto di ostetricia e ginecologia, è slittata a data da destinarsi, visto e considerato che le due vasche destinate al parto in acqua non sono state ancora installate. L'ennesima brutta figura, l'ennesima presa in giro della strana coppia, Zingaretti - Mastrobuono che invece di rivoluzionare ed innovare il sistema sanitario locale, come hanno sempre annunciato, non hanno fatto altro che dare vita ad una gestione approssimativa e legata ad una psedo spensing review che ha messo in ginocchio l'intera rete ospedaliera del territorio. Purtroppo con il Dca 368, prima e con l'atto aziendale poi, è stata determinata una struttura che è sostanzialmente priva delle potenzialità necessarie per dare risposte adeguate alle richieste dell'utenza". Ha concluso Abbruzzese. SANITA', SIMEONE (FI): "ZINGARETTI E IL CENTROSINISTRA ANZICHE' VIAGGIARE DI FANTASIA ENTRINO NEL MERITO DELLE ECCEZIONI SOLLEVATE" "Sulla sanità a Latina il centrosinistra che governa la Regione Lazio dovrebbe impegnarsi nel dare risposte ai cittadini. Invece, continua a replicare, sempre con le stesse frasi e le identiche "miracolose" azioni messe in campo dal presidente Zingaretti, alle eccezioni che solleviamo. Mi sorprende che proprio chi ha effettuato un "viaggio" nei reparti del Santa Maria Goretti di Latina postando sul suo profilo frasi come "Ad ostetricia e ginecologia è arrivato il nuovo ecografo. Il professor Maneschi evidenzia problemi di spazio e personale." E andiamo avanti "Con il dottor Marco Sacchi, le tante criticità della Chirurgia..." e poi "Raccogliamo l'appello della dottoressa Di Giacomo: La Regione sia più operativa ..." poi dica che in sostanza va tutto bene e che il percorso di miglioramento di servizi e prestazioni corre veloce sul binario della attuazione. Sempre il consigliere regionale Enrico Forte ha affermato che "consci delle criticità" intende attivarsi immediatamente in Regione con il presidente Zingaretti e il presidente di commissione consiliare sanità per discutere dei progetti di rilancio della sanità nella provincia di Latina ed affrontare i problemi. Delle due l'una. O le criticità ci sono, come sosteniamo da sempre, o non ci sono. Non credo di essere fuori strada se le rilevazioni fatte sono queste e non credo lo siano i cittadini che ogni giorno lamentano inefficienze e disservizi. Tra l'altro invito tutto il centrosinistra ad entrare, con concretezza, nel merito delle questioni sollevate. Ho evidenziato il nodo del declassamento di interi reparti e di molte eccellenze degli ospedali della provincia di Latina. Di questo vorremmo parlare, su questo vorremmo conoscere la posizione della maggioranza che guida la Regione Lazio e del presidente Zingaretti. Vorremmo sapere cosa pensano, e cosa intendono fare, per i servizi di emergenza urgenza del San Giovanni di Dio di Fondi, per i problemi dei reparti di anestesia e rianimazione del Goretti di Latina, per i pronto soccorso che tra qualche giorno con il diffondersi dell'influenza saranno presi d'assalto dai pazienti che non trovano riferimento nella assistenza sanitaria territoriale. Vorremmo sapere perchè gli impegni assunti, con i cittadini, non sono stati mantenuti ad esempio sul potenziamento del San Giovanni di Dio di Fondi. Sappiamo bene che il Dea di II livello non esce dal cilindro e che ci vuole tempo per effettuare tutti i passaggi necessari. Per questo abbiamo chiesto più volte che sia definito un cronoprogramma contenente la tipologia di interventi effettuabili a medio, breve e lungo termine. Su questi elementi, e molti altri il centrosinistra si esprima. Su questi elementi dia risposte. La sanità non è un viaggio elettorale o di fantasia. E' un insieme di servizi, di professionalità e di eccellenze che con questa logica del negare l'evidenza a tutti i costi, contraddicendo anche se stessi, non troveranno mai garanzia di valorizzazione e di sviluppo". Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone CONSIGLIO LAZIO. MERCOLEDI' 7 OTTOBRE INIZIA ESAME LEGGE CONTRO USURA Il presidente Daniele Leodori ha convocato il Consiglio regionale del Lazio per mercoledì 7 ottobre, alle ore 10, come stabilito ieri dalla Conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari. Secondo l'ordine del giorno, la prima ora della seduta sarà dedicata alle interrogazioni a risposta immediata del 'Question time'. A seguire, il Consiglio regionale inizierà l'esame della proposta di legge n. 64 concernente "Iniziative regionali volte a prevenire e contrastare il fenomeno del sovra indebitamento e dell'usura", presentata da Giuseppe Cangemi (Ncd) e sottoscritta anche da Francesco Storace (La Destra) e Olimpia Tarzia (Lista Storace). La Conferenza dei capigruppo, inoltre, ha stabilito che i lavori proseguiranno fino alle ore 19.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento