Regione,Zingaretti, ‘su devoluzione poteri da 5 stelle altro no a roma’

“Con 3.000 emendamenti dei 5 Stelle sulla legge che tra l'altro dà più poteri a Roma si blocca la devoluzione dei poteri alla Capitale. Dopo aver atteso per mesi con spirito di collaborazione, si tratta di un atteggiamento totalmente...

“Con 3.000 emendamenti dei 5 Stelle sulla legge che tra l'altro dà più poteri a Roma si blocca la devoluzione dei poteri alla Capitale. Dopo aver atteso per mesi con spirito di collaborazione, si tratta di un atteggiamento totalmente incomprensibile. Se non si vogliono i poteri siamo pronti a ritirare la legge. Prendiamo atto di un altro no e per Roma sarà un altro colpo”. Lo scrive in una nota il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.DELRIO, Si-Sel: "M5S IMPEDISCE LA DISCUSSIONE CON OLTRE 3.000

  1. EMENDAMENTI FOTOCOPIA"

    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...

    "Incomprensibile l'atteggiamento dei consiglieri regionale del M5S che ancora una volta hanno voluto bloccare i lavori d'Aula stavolta per una legge divenuta a questo punto fondamentale per Roma e per i Comuni del Lazio. Con oltre 3mila emendamenti fotocopia, molti dei quali inseriscono nomi di Comuni, vie e paesi stranieri presi a caso dallo stradario o dall'atlante, hanno impedito l'approvazione della legge Delrio, vanificando non solo la discussione ma anche le aspettative degli amministratori locali che a lungo hanno atteso il dibattito di oggi. Si tratta di emendamenti che, per la stragrande maggioranza, non apportano nessun valore aggiunto alla discussione e nessun elemento migliorativo al testo di legge ma che hanno avuto, come già avvenuto in passato, il solo obiettivo di fare ostruzionismo. Solo che stavolta questo atteggiamento finisce con il danneggiare quei territori che di fronte a una legge tuttora in vigore devono essere dotati di strumenti e poteri per svolgere le loro funzioni. Davvero un atteggiamento inspiegabile per chi si trova a governare tra l'altro la Capitale d'Italia”, è quanto affermano i una nota il capogruppo e le consigliere regionali di Si – Sel, Gino De Paolis, Marta Bonafoni e Daniela Bianchi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento