menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giovanni Giorgio  sindaco Roccasecca

Giovanni Giorgio sindaco Roccasecca

Roccasecca, il consiglio comunale completa l’iter amministrativo per il nuovo depuratore allo scalo, 6 milioni di euro da Acea

Occorreva solo la variante al piano regolatore generale e l’atto di espropriazione di alcuni terreni su cui dovrà sorgere l’opera per completare l’iter amministrativo necessario alla realizzazione del nuovo depuratore a Roccasecca Scalo e...

Occorreva solo la variante al piano regolatore generale e l'atto di espropriazione di alcuni terreni su cui dovrà sorgere l'opera per completare l'iter amministrativo necessario alla realizzazione del nuovo depuratore a Roccasecca Scalo e l'Amministrazione comunale del sindaco Giovanni Giorgio ha provveduto ad approvare quanto era ancora necessario.

Il Consiglio comunale ha infatti deliberato gli ultimi adempimenti richiesti e ora sarà cantierabile il progetto che prevede la realizzazione del depuratore da parte di Acea per un importo pari a 6 milioni di euro, una somma tutta a carico del Gestore del Servizio idrico e senza esborso alcuno da parte del Comune di Roccasecca.

Il progetto prevede la realizzazione di un depuratore e di una condotta di adduzione che dalla via provinciale Melfi conduce verso la zona detta Sabatina, per un importo pari a 6 milioni di euro, tra spese di progettazione e di realizzazione, tutte a carico di Acea, i cui lavori presumibilmente inizieranno a partire dal prossimo mese di aprile.

Il deliberato del Consiglio comunale segue la Conferenza dei servizi dello scorso mese di novembre, in cui fu dato l'ok definitivo all'opera con l'autorizzazione dei 20 enti coinvolti.

Si tratta di un risultato importante per l'amministrazione in carica. Infatti il depuratore per la zona dello Scalo è un'opera che la città attende da anni e che con il sindacato di Giovanni Giorgio diventerà realtà, soprattutto grazie al lavoro che ha svolto in tal senso il vicesindaco Carmine Guerrino Torriero.

"La deliberazione di oggi, con la quale abbiamo previsto una variante al Prg e l'esproprio di alcuni terreni - ha spiegato il professor Torriero - è l'atto conclusivo di un percorso avviato da tempo da questa amministrazione e che ci ha visto dialogare in maniera fruttifera con il Gestore del Servizio idrico. Un percorso fatto di atti da adottare, progetti da presentare, conferenze di servizi a cui partecipare. Insomma un percorso lungo e complesso ma che abbiamo seguito e affrontato con impegno e capacità, a dimostrazione della serietà di questo governo cittadino. Erano anni che si attendeva il depuratore allo Scalo, noi lo abbiamo ottenuto. Completati tutti i passaggi amministrativi di competenza, ora tocca ad Acea avviare i lavori. Siamo fiduciosi che possano prendere il via in tempi assai brevi, così da dotare lo Scalo di un'opera non più rinviabile".

"Si tratta - ha aggiunto il sindaco Giorgio - di un progetto fondamentale per la nostra città, il cui importo complessivo pari a 6 milioni di euro ne dimostra la qualità. Mai, a memoria, si ricorda un così consistente finanziamento alla nostra città, pari a quasi 12 miliardi delle vecchie lire".

Soddisfatto anche l'assessore Marsella: "Il segnale evidente degli investimenti che Acea ha programmato per il nostro Comune e che dimostrano la bontà del nostro operare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento