Roccasecca, piano di trasporto pubblico locale con   Colle San Magno e Castrocielo

I comuni di Roccasecca, Castrocielo e Colle San Magno si stanno organizzando, associandosi, per far fronte ai tagli dei finanziamenti regionali destinati al trasporto pubblico locale.

rezza_giorgio

I comuni di Roccasecca, Castrocielo e Colle San Magno si stanno organizzando, associandosi, per far fronte ai tagli dei finanziamenti regionali destinati al trasporto pubblico locale.

La Regione Lazio ha infatti chiarito che le risorse per il trasporto pubblico locale possono essere assegnate solamente ai comuni di popolazione non inferiore a 10mila abitanti.

A tal fine, per impedire inconvenienti alla popolazione e assicurare qualità e quantità dei servizi, Roccasecca, Castrocielo e Colle San Magno stanno lavorando per istituire un servizio di trasporto intercomunale, visto che insieme toccano la cifra di 12.249 abitanti, quindi possono essere destinatari di risorse pubbliche.

Nei giorni scorsi continue sono state le riunioni e gli incontri tra i rappresentanti delle varie municipalità e il risultato è appunto la redazione di un Piano intercomunale dei trasporti, tenuto conto anche della peculiarità della presenza dell’importante snodo ferroviario rappresentato dalla stazione di Roccasecca.

Il Piano prevede l’istituzione di un servizio di circolari che attraversino i tre comuni, che assicurino il giusto e sacrosanto diritto al mobilità dei cittadini, allargando il servizio anche al limitrofo comune di Colle San Magno attualmente sprovvisto.

Per il comune di Roccasecca l’iter del Piano, da trasmettere alla Regione Lazio, è stato seguito dall’assessore Claudio Rezza che ha lavorato a stretto contato con i sindaci degli altri enti interessati.

“Stante il taglio delle risorse per il trasporto pubblico locale da parte della Regione, vincolato alla soglia dei diecimila abitanti – hanno spiegato il sindaco Giorgio e l’assessore Rezza – abbiamo pensato, insieme ai sindaci di Colle San Magno e Castrocielo, di dare vita ad un servizio intercomunale, in maniera tale da garantire i trasporti locali”

“In tale Piano, allargato anche al comune di Colle San Magno, attualmente sprovvisto di trasporto pubblico locale – hanno concluso i due esponenti dell’amministrazione comunale – Roccasecca è snodo centrale, in particolare per la presenza della stazione ferroviaria, punto di partenza e di arrivo delle circolari”.

ROCCASECCA RIVENDICA LA RAPPRESENTANZA NEL CDA DELLA SAF DI FROSINONE

Si è svolta a Piedimonte S. Germano una riunione informale tra gli onorevoli Francesco De Angelis e Mauro Buschini con alcuni sindaci e amministratori del territorio per discutere e valutare le scelte che la “politica”, in particolare il Pd provinciale e regionale, sta mettendo in atto sulla governance futura delle Istituzioni del territorio.

Il sindaco di Roccasecca Giovanni Giorgio e il vice Carmine Guerrino Torriero, il sindaco di Aquino Libero Mazzaroppi, il sindaco di Piedimonte San Germano Domenico Iacovella, il vicesindaco di Colle S. Magno Antonio Di Nota e il direttore dell’Unione Cinquecittà Sergio Staci hanno rappresentato ai due esponenti politici le loro perplessità sulle scelte e determinazioni per la vicenda Cosilam di Cassino.

I presenti hanno ribadito che il Cassinate non può essere privato di un’eccellenza come il Consorzio Cosilam che rappresenta un punto di riferimento sul piano economico-industriale per tutte le Istituzioni locali (Comuni, Imprese, Università) e che in questi ultimi anni è stato l’unico interlocutore valido sul piano infrastrutturale e di pianificazione del territorio.

Gli amministratori presenti all’incontro hanno ribadito con forza, in nome delle popolazioni del basso Lazio, la più netta contrarietà all’ipotesi di accorpamenti e di fusioni, come dir si voglia, con altri Consorzi, perché il Cassinate già penalizzato da storiche situazioni, logistiche, di confine con realtà molto difficili, non può subire altri depauperamenti del suo già fragile tessuto economico-sociale, al contrario ha bisogno di sostegno e investimenti per colmare quel gap di condizioni economiche che la realtà da sempre racconta.

Né in nome dell’ormai famoso principio della Spending Review si può giustificare ogni scelta scellerata della politica che chiude l’Ospedale di Pontecorvo, i reparti dell’Ospedale di Cassino, dell’Ospedale di Sora, il Cosilam di Cassino perché si deve “risparmiare”.

Altre sono le spese da contenere: i costi della politica, i vitalizi, i lauti stipendi, i benefit e non certamente le spese per la sanità, l’ambiente, la produzione.

Ed a proposito di ambiente i sindaci presenti hanno affrontato anche il problema del rinnovo del Cda della società pubblica SAF.

Il sindaco di Roccasecca Giorgio e il vice sindaco Torriero hanno, con determinazione, rivendicato la presenza nel prossimo organismo dirigenziale della SAF di un proprio rappresentante.

Roccasecca è la città che più di ogni altra è “danneggiata” dalla presenza degli impianti di riciclaggio e della discarica di Cerreto. Da più di vent’anni – ovvero dalla costituzione della SAF – Roccasecca, per scelte errate della politica mai condivise dai cittadini, non ha mai avuto rapprsentanti nel direttivo di un organismo che tanto incide sulla vita delle proprie popolazioni. Gli odori nauseabondi che perennemente pervadono l’aria della città, rendendo la vita difficile e la salute cagionevole, le strade sempre “sfasciate” dal continuo passaggio dei compattatori di tutti i comuni della provincia di Frosinone, compresi i rifiuti provenienti da Roma capitale, gli inquinamenti dei fiumi e delle acque (Melfa, Rio Sottile, Liri), la perdita totale di valore di ogni bene immobile situato nei pressi degli impianti e della discarica, hanno fatto di Roccasecca un paese della periferia del mondo.

E’ quindi il momento, e questa volta lo rivendichiamo con determinazione - hanno spiegato i rappresentanti dell’amministrazione – che Roccasecca sia parte attiva e diretta nelle decisioni e nel controllo della società pubblica SAF. Ogni diversa decisione politica vedrà la netta contrarietà dei componenti di questa amministrazione che per maggiore trasparenza riferiranno della vicenda anche alla direzione nazionale del Pd e quindi al Segretario del Partito Matteo Renzi.

Anche gli altri sindaci ed amministratori presenti si sono dichiarati d’accordo con la posizione del Comune di Roccasecca, ricordando come sul territorio esistono personalità e competenze che possono assumersi responsabilità per la salvaguardia del Bene comune, senza alcuna necessità di nominare nel Cda della SAF personaggi “venuti da lontano” e che purtroppo lontano restano dai problemi delle popolazioni del nostro comprensorio, di cui rispondono sempre e solo i “poveri” amministratori locali.

Inizia con questa nota, concludono Giorgio e Torriero, una battaglia di civiltà e di giustizia, in favore delle nostre popolazioni, da sempre duramente colpite da scelte mai condivise.

LA PROVINCIA ANNUNCIA LA RIAPERTURA DEL TRACCIOLINO E LA CONCLUSIONE DEI LAVORI SULLA PROVINCIALE PER CASTROCIELO

“Voglio rivolgere sentiti apprezzamenti al Commissario straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi che, presente a Roccasecca per la serata con Carlo Verdone, ci ha dato due importantissimi annunci: la conclusione, a breve, dei lavori che stanno interessando la frana nei pressi del palazzo comunale e la successiva riapertura nel mese di agosto, della provinciale Castrocielo-Roccasecca e l’ulteriore riconsegna della transitabilità del Tracciolino, sempre tra pochi giorni.

Lo ringrazio di cuore, sottolineando il gran lavoro che sta svolgendo alla guida della Provincia, da attento e scrupoloso amministratore, sempre sensibile alle richieste dei territori, sempre vicino alle istanze della popolazione. Grazie Commissario Patrizi a nome della nostra città, in cui sarai sempre il benvenuto”

ESTATE ROCCASECCANA, DOMANI, 31 LUGLIO, SERATA DI LISCIO A PIAZZA RISORGIMENTO

Continuano, senza sosta, gli appuntamenti dell’Estate roccaseccana, il cartellone di eventi estivi messo a punto dalla locale amministrazione attraverso gli assessorati alla cultura, commercio e turismo.

Dopo Carlo Verdone e le serate di jazz, stavolta si cambia musica, nel vero senso della parola. Piazza Risorgimento, allo Scalo, ospiterà, domani sera, 31 luglio, una serata di liscio con il gruppo I Figli delle Stelle. Un gruppo molto conosciuto e apprezzato nel territorio da chi ama questo genere di balli e di musica e che certo richiamerà a Roccasecca diversi appassionati.

Purtroppo, causa maltempo, è saltato l’appuntamento con i POT JAZZ di stasera, la cui esibizione verrà comunque recuperata nei prossimi giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Mescolando i vari generi musicali e cercando di venire incontro alle esigenze e ad i gusti di tutti – spiegano da Palazzo Boncompagni – domani sera il programma dell’Estate roccaseccana prevede l’appuntamento con I Figli delle Stelle e con il liscio. Un genere di ballo che conta molti appassionati nel territorio, ai quali vogliamo offrire una serata di ottimo livello”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento