Domenica, 17 Ottobre 2021
Roma

Roma, a Centocelle armati di coltello rapinano uno straniero e fuggono via. Due cittadini romani rintracciati ed arrestati

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato due cittadini romani, rispettivamente di 19 e 30 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di rapina in concorso.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato due cittadini romani, rispettivamente di 19 e 30 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine, con l'accusa di rapina in concorso. I due, armati di coltello, in via del Grano, in zona Centocelle, hanno avvicinato un cittadino del Bangladesh di 32 anni, e dopo averlo minacciato, si sono fatti consegnare il cellulare e 50 euro in denaro contante che la vittima aveva con se, fuggendo poi a bordo della loro auto. Non appena si sono allontanati, il 32enne ha fermato un passante che ha allertato il 112, fornendo anche la descrizione dell'auto. La pattuglia dei Carabinieri intervenuta, poco dopo, ha rintracciato così i due rapinatori. A seguito della perquisizione personale è stato rivenuto e sequestrato anche il coltello utilizzato per la rapina, oltre al cellulare e i soldi che sono stati riconsegnati alla vittima. La successiva perquisizione dei Carabinieri estesa anche alle rispettive abitazioni dei due giovani, ha consentito inoltre di rinvenire e sequestrare complessivamente anche 70 grammi di marijuana e hashish, pertanto nei confronti dei due è scattata anche una denuncia a piede libero per detenzione di sostanze stupefacenti. Dopo l'arresto, i due romani sono stati accompagnati in caserma, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

RE DI ROMA - "PESCATORE" DI MONETINE ARRESTATO DAI CARABINIERI.

STAVA SVUOTANDO LA GETTONIERA DI UNA CABINA TELEFONICA

ROMA - Un "pescatore" di monetine è stato arrestato nel pomeriggio di ieri dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Piazza Dante con l'accusa di furto aggravato. L'uomo, un cittadino romeno di 36 anni, nella Capitale senza fissa dimora, è stato sorpreso dai militari in via Lavinio, nei pressi di piazza Re di Roma, mentre stava armeggiando in una cabina telefonica con un'asta metallica e alcune calamite nel tentativo di estrarre il denaro contenuto nella gettoniera del telefono pubblico. Le monete già in suo possesso sono state sequestrate e il cittadino romeno è stato trattenuto in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, a Centocelle armati di coltello rapinano uno straniero e fuggono via. Due cittadini romani rintracciati ed arrestati

FrosinoneToday è in caricamento