Roma, a Don Bosco nascondevano oltre 2 kg di cocaina pura in barattoli e tubetti per cosmetici. Arrestati 2 pusher

Le intense attività preventive sviluppate dai Carabinieri della Compagnia di Roma Centro per prevenire reati predatori, incentivati in questo periodo dall’assenza di molti cittadini in vacanza, hanno portato all’arresto di due cittadini peruviani...

Le intense attività preventive sviluppate dai Carabinieri della Compagnia di Roma Centro per prevenire reati predatori, incentivati in questo periodo dall’assenza di molti cittadini in vacanza, hanno portato all’arresto di due cittadini peruviani – di 29 e 52 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine – per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e al sequestro di oltre 2 kg di cocaina e di 1.550 euro, provento dell’attività illecita.

Ieri sera, mentre transitavano in via Marco Emilio Scauro, quartiere Don Bosco, i Carabinieri hanno notato il 52enne entrare e uscire più volte da un condominio. Insospettiti dall’atteggiamento dell’uomo, i militari lo hanno fermato per un controllo ed hanno rinvenuto in suo possesso oltre 900 grammi di cocaina pura, allo stato liquido, occultata in due involucri di lattice posti in due tubetti di gel cosmetico, artificiosamente sigillati.

A seguito del rinvenimento, i Carabinieri hanno deciso di perquisire anche l’abitazione dell’uomo, nel predetto stabile, dove all’interno veniva trovato il suo coinquilino, il 29enne. Il controllo nell’abitazione permetteva di rinvenire il resto della sostanza - ulteriori 1.300 grammi di cocaina, in polvere e allo stato liquido, nascosta in un barattolo di alimenti - oltre che al denaro contante e a vario materiale per il taglio e confezionamento della droga.

I due pusher sono stati portati direttamente in carcere a Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

FIUMICINO - INCENDIA IMMONDIZIA ED ERBACCE IN UN’AREA VERDE DEL PARCO LEONARDO, PERDENDO IL CONTROLLO DELLE FIAMME E MANDANDO IN FUMO LA VEGETAZIONE A RIDOSSO DELL’A91. CITTADINO ROMENO ARRESTATO DAI CARABINIERI.

I Carabinieri della Stazione di Fiumicino hanno arrestato un cittadino romeno di 41 anni, in Italia senza fissa dimora, con l’accusa di incendio doloso.

Nel pomeriggio di ieri, poco prima delle 18:00, l’uomo ha appiccato il fuoco ad un cumulo di spazzatura e a delle erbacce nell’area verde di via delle Arti, nel comprensorio del Parco Leonardo, ove si era abusivamente stanziato con tutti i suoi effetti personali.

L’area, attigua alla rotonda della bretella che collega i centri commerciali Parco Leonardo e Parco Da Vinci e l’uscita dell’autostrada Roma - Fiumicino, è stata subito avvolta dalle fiamme che hanno iniziato ad espandersi velocemente, provocando un intenso fumo che aveva iniziato a creare pericolo anche per gli automobilisti in transito.

E’ stata provvidenziale la segnalazione fatta da alcuni passanti al Numero Unico di Emergenza “112”, che ha permesso l’immediato intervento dei Carabinieri della Stazione di Fiumicino – che hanno individuato il responsabile, bloccandolo mentre aveva ancora in mano due accendini - e dei Vigili del Fuoco che hanno provveduto a spegnere le fiamme.

L’uomo è stato arrestato e portato nel carcere di Civitavecchia, dove rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento