Martedì, 19 Ottobre 2021
Roma

Roma, a Formello tesoro etrusco sequestrato dai carabinieri. denunciato un operaio edile

Al termine di una complessa attività investigativa, i Carabinieri della Stazione di Formello (RM) hanno denunciato a piede libero un operaio edile di 52 anni, residente nel paese alle porte di Roma, con l’accusa di impossessamento illecito di beni...

Al termine di una complessa attività investigativa, i Carabinieri della Stazione di Formello (RM) hanno denunciato a piede libero un operaio edile di 52 anni, residente nel paese alle porte di Roma, con l'accusa di impossessamento illecito di beni appartenenti allo Stato.

I militari dell'Arma, da tempo, stavano seguendo le mosse dell'operaio che per i suoi numerosi precedenti, alcuni dei quali specifici, era sospettato di aver organizzato un traffico illegale di reperti archeologici rinvenuti durante scavi illeciti eseguiti nelle campagne di Cerveteri e nei dintorni. All'alba di questa mattina è scattato il blitz che ha confermato a pieno i sospetti dei Carabinieri: nascosti in una cassapanca dell'abitazione del 52enne, infatti, sono stati recuperati numerosi reperti tra cui vasi, ciotole, anfore, oliere, ampolle e alcuni preziosi balsamari.Ora la Sovrintendenza ai Beni Culturali di Roma, dopo aver effettuato una perizia archeologica, a stabilire con precisione il valore storico-culturale dei reperti.

BORSEGGIATORI IN AZIONE SUL BUS LINEA 87.I CARABINIERI ARRESTANO 5 MANOLESTA ROMENI.

I Carabinieri del Comando di Roma Piazza Venezia hanno arrestato nel corso di alcuni specifici servizi di contrasto al fenomeno dei borseggi, 5 manolesta stranieri. Si tratta di 3 uomini e 2 donne, di età compresa tra i 25 e 53 anni, tutti cittadini romeni, in Italia senza fissa dimora, arrestati dai militari mentre stavano per compiere un borseggio ai danni una signora romana, di 75 anni. I cinque a bordo dell'autobus pubblico, linea 87, all'altezza di piazzale Appio, sono stati bloccati dai militari mentre stavano per sottrarre il portafogli all'anziana donna.

Successivamente sono stati portati in caserma e trattenuti, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. La refurtiva recuperata dai militari è stata riconsegnata alla vittima.

PARIOLI - DUE GIOVANI LADRE D'APPARTAMENTO ARRESTATE DAI CARABINIERI.

Due nomadi, di 17 e 19 anni e provenienti dal campo di via Salone, sono state arrestate dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli. con l'accusa di furto aggravato in abitazione. Le due giovani ladre, ieri pomeriggio, in via Ticino, approfittando dell'assenza dei padroni di casa, si sono introdotte all'interno di un appartamento sito al quarto piano e dopo aver forzato il portone d'ingresso, hanno rubato oggetti in oro, argenteria e 100 euro in denaro contante. Una pattuglia dei militari dell'Arma, in transito, ha notato le due giovani proprio mentre stavano uscendo dallo stabile, in possesso di due grossi sacchi. Insospettitisi le hanno controllate, trovandole in possesso della refurtiva che è stata recuperata dai Carabinieri e riconsegnata al proprietario di casa. Arrestate dai militari dell'Arma, la minorenne è stata associata al Centro di Prima Accoglienza di via Virginia Agnelle mentre la 19enne è stata accompagnata in caserma, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

ROMA - CON UN COLTELLO DA CUCINA TENTA RAPINA IN RIVENDITA DI CARNI, IL MACELLAIO LO AFFRONTA CON LA MANNAIA. MALDESTRO RAPINATORE ARRESTATO DAI CARABINIERI.

E' entrato in una macelleria di via della Marranella e, atteso il suo turno, ha estratto un coltello da cucina ed ha intimato al gestore, un cittadino del Bangladesh di 29 anni, di consegnargli l'incasso. Il rapinatore, un 39enne romano con precedenti, non aveva messo in conto la veemente reazione della vittima che, per nulla intimorito dal coltello, gli si è fatto sotto minacciosamente con un coltellaccio con cui stava tagliando la carne. A quel punto il malvivente, colto di sorpresa, è velocemente uscito dall'esercizio commerciale, non prima, però, di aver intimato ad un passante, che aveva assistito alla scena dall'esterno del negozio, di non raccontare nulla di quanto aveva visto. Proprio in quel momento è sopraggiunta una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Casilina che, allertati dalla Centrale Operativa a seguito di una segnalazione giunta al "112", sono riusciti a disarmare il maldestro rapinatore e ad ammanettarlo. L'arma è stata sequestrata mentre il 39enne è stato portato nel carcere di Regina Coeli, dove rimarrà a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, a Formello tesoro etrusco sequestrato dai carabinieri. denunciato un operaio edile

FrosinoneToday è in caricamento