rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Roma

Roma, a largo Argentina ladro si introduce in casa per rubare e tenta di violentare la proprietaria

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno arrestato un cittadino romeno di 38 anni, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentata violenza sessuale e furto in appartamento.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno arrestato un cittadino romeno di 38 anni, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentata violenza sessuale e furto in appartamento.

Questa notte, in via di Santa Maria dè Calderari, nei pressi di largo Argentina, l’uomo si è arrampicato ad una finestra di un appartamento del primo piano lasciata aperta per il caldo e si è introdotto all’interno con l’intento di rubare.

Dopo aver rubato alcuni oggetti in oro e preziosi vari, il ladro è stato scoperto dalla proprietaria di casa, una donna di 36 anni che stava dormendo.

Il ladro invece di fuggire, l’ha palpeggiata tentando di avere un rapporto sessuale con lei.

Per fortuna, un passante ha notato l’uomo mentre si arrampicava ed ha subito allertato il 112 dei Carabinieri.

Così una pattuglia, immediatamente intervenuta sul posto, ha bloccato il 38enne mentre era ancora in casa, impedendo la violenza sessuale.

La donna è stata condotta presso il pronto soccorso dell’ospedale “Umberto I”. Ha riportato varie contusioni per cui guarirà in 15 giorni.

Arrestato dai Carabinieri, l’uomo è stato trattenuto in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

TRASTEVERE – CARABINIERI ARRESTANO CAMERIERA PUSHER SORPRESA A CEDERE DOSI DI COCAINA.

I Carabinieri della Stazione di Roma Bravetta hanno arrestato una 22enne romana, incensurata, con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

La giovane, che lavora come cameriera, è stata sorpresa dai militari in via dei Feltreschi, nel quartiere Bravetta, mentre cedeva due involucri di cocaina di circa un grammo ad un giovane cliente che è stato identificato e segnalato alla Prefettura di Roma quale assuntore abituale.

Arrestata dai Carabinieri, la giovane pusher è stata poi accompagnata in caserma dove si trova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

ROMA – CARABINIERI FERMANO DUE CITTADINI ROMENI CON L’ACCUSA DI RICETTAZIONE DI CAPI DI ABBIGLIAMENTO. E’ PARTE DEL BOTTINO DI UN FURTO MESSO A SEGNO IN UN NOTO NEGOZIO DI SAN GIOVANNI LO SCORSO MESE DI MARZO.

I Carabinieri della Stazione Roma Tor Tre Teste hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto due cittadini romeni di 33 e 43 anni, entrambi con precedenti, con l’accusa di ricettazione.

I due sono stati controllati dai militari in via Prenestina mentre erano alla guida di un furgone. L’ispezione del veicolo ha consentito di rinvenire oltre 3.000 capi di abbigliamento – del valore di circa 100.000 euro - riportanti il cartellino di un noto negozio della zona di San Giovanni.

Gli immediati accertamenti hanno consentito di collegare i capi di abbigliamento rinvenuti nel furgone all’ingente furto, per un valore complessivo di 150.000 euro, patito dal negozio lo scorso mese di marzo che ne causò la chiusura temporanea delle attività.

E’ stato, quindi appurato che la merce era parte del bottino del furto, motivo per cui è stata sequestrata e affidata in custodia giudiziale, così come il furgone.

I due cittadini romeni sono stati portati nel carcere di Regina Coeli dove rimangono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, a largo Argentina ladro si introduce in casa per rubare e tenta di violentare la proprietaria

FrosinoneToday è in caricamento