Roma

Roma, a Ostia brillante operazione dei carabinieri antidroga due arresti e sequestrati 13 Kg di cocaina che avrebbero fruttato 2 mln. di Euro

Continua l’attività di contrasto al traffico di stupefacenti da parte dei Carabinieri del Gruppo di Ostia. Dopo i sequestri dei giorni scorsi, i Carabinieri di Ostia hanno inferto un altro duro colpo al narcotraffico con il sequestro di 13 kg

Continua l'attività di contrasto al traffico di stupefacenti da parte dei Carabinieri del Gruppo di Ostia. Dopo i sequestri dei giorni scorsi, i Carabinieri di Ostia hanno inferto un altro duro colpo al narcotraffico con il sequestro di 13 kg di cocaina purissima e l'arresto di due cittadini albanesi, X.B. di 28 e A.M. di 33 anni. Nell'appartamento dei due, ubicato a Roma in via Pietralata, sono stati inoltre rinvenuti una pistola "Beretta" calibro 7,65 con il relativo munizionamento e 25mila euro in contanti, il materiale occorrente per il taglio dello stupefacente (oltre 10 kg. di mannitolo) e l'attrezzatura per la successiva ripartizione in dosi, tra cui specifici attrezzi rudimentali in legno ed un crick, utilizzati per pressare la droga prima del confezionamento. Oltre a ciò sono stati trovati anche numerosi telefoni cellulari e schede telefoniche utilizzati per organizzare con i loro "contatti" l'attività commerciale illecita.

La droga purissima, immessa sul mercato illecito, avrebbe fruttato quasi 2 milioni di euro. Gli arrestati, che dovranno rispondere dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illecita di armi da sparo e munizioni, sono stati tradotti presso il carcere di Regina Coeli a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. La pistola, in ottimo stato di conservazione e pronta all'uso, sarà invece sottoposta agli accertamenti balistici per verificare il loro eventuale utilizzo in delitti avvenuti negli ultimi mesi nella Capitale.

ROMA - ALTRI DUE STALKER ARRESTATI DAI CARABINIERI

In via di Tor Tre Teste, i Carabinieri della Stazione Roma Alessandrina, con la collaborazione dei militari della Compagnia Speciale, hanno arrestato un 56enne romano, antiquario di professione e con numerosi precedenti penali, che, non accettando la decisione della sua ex compagna, una ragazza romena di 36 anni, di troncare il rapporto, l'ha ripetutamente minacciata di morte, procurandole un crescente e perdurante stato d'ansia.

Non solo: nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri, impegnati in uno dei quotidiani servizi di pattuglia, hanno sorpreso il 56enne mentre schiaffeggiava in strada la ragazza, intercettata mentre stava tentando di rientrare nella sua abitazione.

Immediato è scattato l'intervento degli uomini dell'Arma che hanno ammanettato l'antiquario e soccorso la vittima.

Qualche ora prima, i Carabinieri della Compagnia Roma Cassia hanno dovuto fronteggiare una situazione simile: in questo caso, a mettersi nei guai è stato un 44enne romano, con precedenti, che si è reso responsabile di numerose vessazioni ai danni della sua ex compagna, una donna romana di 42 anni. I due stalker sono stati portati nel carcere di Regina Coeli a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

TENTA DI SFILARE IL PORTAFOGLI AD UN CARABINIERE IN VIAGGIO A BORDO DI UN TRENO. SCOPERTO TENTA DI SCAPPARE MINACCIANDOLO CON UNA LAMETTA. IN MANETTE UN 37ENNE CITTADINO ALGERINO.

Un cittadino algerino, di 37 anni, già noto alle forze dell'ordine, questa notte, a bordo di un treno proveniente da Napoli, giunto nei pressi dello scalo ferroviario Roma Termini, ha avvicinato un passeggero che era in attesa di scendere e ha tentato di sfilargli il portafogli.

Per sua sfortuna, la vittima, era un Carabiniere in borghese e libero dal servizio che si è accorto di quanto stava accadendo e lo ha bloccato.

Il malfattore, vistosi scoperto, nel tentativo di evitare le manette ha estratto una lametta e ha minacciato il militare dell'Arma, che nel frattempo aveva allertato il 112. Sul posto sono arrivati cosi i Carabinieri del Nucleo Scalo Termini che hanno preso in consegna il 37enne.

A seguito di perquisizione, l'uomo è stato trovato in possesso di un'altra lametta. Arrestato dai Carabinieri il 37enne è stato accompagnato in caserma, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

PIAZZA DELLA REPUBBLICA - A CACCIA DI MONETE NELLA FONTANA DELLE NAIADI. IN DUE DENUNCIATI DAI CARABINIERI.

Continuano a far gola ai ladri di monetine, le fontane della Capitale che ogni giorno attirano i turisti con i loro desideri. Dopo la fontana di Trevi e quelle di Piazza Navona, questa volta i "pescatori di monetine" hanno preso di mira Piazza della Repubblica e sono stati subito beccati dai Carabinieri.

La scorsa notte, due cittadini romeni, di 44 e 53 anni, senza fissa dimora, mentre erano intenti a rubare le monete dalla fontana della Naiadi sono stati notati da una pattuglia dei Carabinieri della Stazione Roma Vittorio Veneto che li ha fermati. I due, avevano già racimolato alcune decine di euro ma sono stati costretti a consegnarli ai militari dell'Arma che li hanno sequestrati. Gli stranieri sono stati denunciati con l'accusa di furto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, a Ostia brillante operazione dei carabinieri antidroga due arresti e sequestrati 13 Kg di cocaina che avrebbero fruttato 2 mln. di Euro

FrosinoneToday è in caricamento