Roma

Roma, a Piazza Vittorio, gli nega una sigaretta e lo colpisce al volto con una bottiglia

Ieri sera, i Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante in servizio di Stazione Mobile in piazza Vittorio Emanuele II, nell’ambito del patto “Roma Sicura”, hanno arrestato con l’accusa di lesioni personali aggravate, un cittadino marocchino, di...

Ieri sera, i Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante in servizio di Stazione Mobile in piazza Vittorio Emanuele II, nell'ambito del patto "Roma Sicura", hanno arrestato con l'accusa di lesioni personali aggravate, un cittadino marocchino, di 29 anni, senza fissa dimora e gravato già da diversi precedenti. Lo straniero verso le 21.00 mentre si trovava in compagnia di un connazionale, di 25 anni, all'interno del parco Nicola Calipari, entrambi sotto l'effetto di alcolici, hanno avuto un diverbio a causa di una sigaretta negata. Dopo il rifiuto, il marocchino ha afferrato per il collo una bottiglia di birra con cui ha colpito al volto il 25enne ferendolo, per fortuna in modo non grave, e facendolo cadere a terra. L'immediato intervento dei militari, attirati dalle urla, ha permesso di bloccare l'aggressore con la bottiglia ancora tra le mani. I militari lo hanno prima disarmato, poi ammanettato e quindi condotto in caserma e trattenuto a disposizione dell'Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo. Il 25enne è stato invece soccorso e trasportato al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni - Addolorata, dove i medici hanno provveduto a medicargli le ferite, guaribili in 8 giorni.

OTTAVIANO - CARABINIERI BLOCCANO LADRO DI CELLULARE GRAZIE AL GEOLOCALIZZATORE.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro a conclusione di una attività di indagine, hanno denunciato a piede libero, un 50enne romano, incensurato, con l'accusa di furto aggravato.

L'uomo, ieri sera, è stato raggiunto da una pattuglia, in via Ostia, dove il localizzatore satellitare segnalava la presenza di un cellulare che era stato rubato qualche ora prima ad una 27enne romana, all'interno di un panificio.

A seguito della denuncia della vittima i militari, con la sua collaborazione hanno attivato il localizzatore riuscendo ad individuare il borseggiatore, che è stato così raggiunto e bloccato.

Una volta recuperato il prezioso melafonino i militari hanno condotto in caserma l'uomo dove è stato denunciato e segnalato all'Autorità Giudiziaria mentre, il mal tolto è stato riconsegnato alla proprietaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, a Piazza Vittorio, gli nega una sigaretta e lo colpisce al volto con una bottiglia

FrosinoneToday è in caricamento