Roma, a Termini  nuovi controlli antidegrado.10 persone denunciate a piede libero che infastidivano i passeggeri.

Nel corso del servizio di Stazione Mobile in piazza dei Cinquecento, svolto nella giornata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Scalo Termini hanno denunciato altre 10 donne di origini romene, che infastidivano i viaggiatori in transito chiedendo...

Nel corso del servizio di Stazione Mobile in piazza dei Cinquecento, svolto nella giornata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Scalo Termini hanno denunciato altre 10 donne di origini romene, che infastidivano i viaggiatori in transito chiedendo denaro, soprattutto a quelli intenti a fare il biglietto.

Si tratta di una donna di 27 anni denunciata per resistenza, per aver tentato di sottrarsi al controllo dei militari e di altre 9 donne, tra i 18 e i 37 anni, denunciate perché risultate tutte inottemperanti al divieto di ritorno nel comune di Roma, emesso nei loro confronti.

SFRUTTAVANO PROSTITUTE, I CARABINIERI FERMANO 4 PERSONE.

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Frascati hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto nei confronti di quattro cittadini romeni, due uomini e due donne, di età compresa tra i 25 e i 34 anni, tutti già noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento ed al favoreggiamento della prostituzione.

La breve attività d’indagine avviata dai Carabinieri a seguito di una serie di servizi antiprostituzione svolti negli ultimi mesi ha permesso di accertare che i quattro sfruttatori mediante minacce e violenze hanno costretto a prostituirsi almeno una quindicina di ragazze, tutte cittadine romene, che venivano accompagnate a “lavorare” in varie zone della Capitale sottraendo loro poi i ricavi dell’attività. Il Pubblico Ministero, dott.sa Barbara Zuin, della Procura della Repubblica di Roma, concordando con l’impianto investigativo dei militari, ha così emesso il fermo di indiziato di delitto a carico dei quattro stranieri che sono stati rintracciati ed arrestati proprio mentre stavano organizzando la loro fuga all’estero. In particolare tre delle persone destinatarie del decreto di fermo sono state catturate nella Capitale mentre una delle donne è stata rintracciata a Palermo dai Carabinieri della Compagnia di Palermo Piazza Verdi. Nel corso della perquisizione domiciliare a casa dei fermati sono stati rinvenuti circa 4 mila euro in denaro contante, probabile provento della loro attività illecita.

Arrestati dai Carabinieri, al termine delle formalità di rito, i due uomini sono stati associati al carcere di Regina Coeli mentre le due donne sono state ristrette a quello di Rebibbia.

PIETRALATA – SORPRESO A RUBARE RAME ALL’INTERNO DI UN’ISOLA ECOLOGICA DELL’AMA.ARRESTATO DAI CARABINIERI CITTADINO ROMENO.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La scorsa notte, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un cittadino romeno, di 30 anni, senza fissa dimora e nullafacente, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di furto aggravato. L’uomo, in via delle messi d’oro, dopo aver scavalcato la recinzione, alta circa 3 metri, che delimita l’area ecologica dell’Ama, è penetrato al suo interno. Successivamente ha danneggiato l’apertura di alcuni grossi contenitori, al cui interno era custodito materiale elettrico in disuso ed asportato dalle apparecchiature in giacenza cavi di rame. I militari in transito lo hanno notato e lo hanno arrestato. Dopo l’arresto il 30enne è stato portato in caserma e trattenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa di essere processato con il rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: uno dei 2 nuovi casi è un 51enne di Pontecorvo andato al pronto soccorso

  • Cassino, grave schianto tra auto lungo la Casilina in direzione Cervaro

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Referendum, passa il taglio dei parlamentari. In Ciociaria il sì arriva al 75%, ma non ha votato più della metà degli elettori

  • Omicidio Willy, gli aggressori percepivano il reddito di cittadinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento