Martedì, 19 Ottobre 2021
Roma

Roma, a Termini rubano monitor dalla postazione di trenitalia, in due arrestati dai carabinieri

All’alba di oggi, 22 gennaio,  i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato 3 cittadini somali di 23 e 36 anni, il primo già conosciuto alle forze dell’ordine, per aver rubato un monitor da una postazione riservata all’assistenza...

All'alba di oggi, 22 gennaio, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato 3 cittadini somali di 23 e 36 anni, il primo già conosciuto alle forze dell'ordine, per aver rubato un monitor da una postazione riservata all'assistenza clienti di Trenitalia, presso la stazione Termini.

I due stranieri, dopo aver forzato il box "Freccia Desk" ubicato al binario "3", si sono introdotti rubando un monitor per poi darsi alla fuga.

Sfortunatamente per loro, sono stati scoperti da una Guardia Particolare Giurata che, nel tentativo di bloccare i ladri, è stata aggredita con calci e pugni.

In quel momento, la pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, intervenuta per una chiamata fatta al 112, ha immediatamente bloccato i due e messo in salvo l'addetto alla vigilanza che, soccorso e medicato per le ferite riportate al volto e alla gamba, se la caverà in 5 giorni.

La refurtiva è stata recuperata e restituita ad un responsabile della società mentre i due arrestati, accusati di rapina aggravata, sono stati accompagnati in caserma in attesa del processo per direttissima.

PIAZZA RISORGIMENTO, CARABINIERI DI RITORNO DAL TRIBUNALE SORPRENDONO CLONATORE DI CARTE IN AZIONE. ARRESTATO.

Stavano rientrando in caserma dopo aver depositato alcuni atti negli uffici della Procura presso il Tribunale di piazzale Clodio.

I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina, percorrendo in auto piazza Risorgimento, hanno notato un individuo che stava armeggiando sul bancomat della Banca Nazionale del Lavoro.

Insospettiti, i militari si sono avvicinati e hanno visto chiaramente che l'uomo, risultato poi essere un cittadino bulgaro di 46 anni, stava prelevando dallo sportello gli apparati elettronici atti ad intercettare i dati delle carte di pagamento per la successiva clonazione.

I Carabinieri gli sono piombati addosso, fermandolo e sequestrando tutto il materiale, composto dagli ormai tristemente famosi skimmer e da una microtelecamera alimentati da una batteria da telefono cellulare.

Dagli accertamenti eseguiti, l'uomo è risultato essere ospite di un albergo ubicato in via dei Mille, dove i militari hanno eseguito una perquisizione: nella sua stanza, i Carabinieri hanno rinvenuto apparecchi elettronici, utilizzati dal malvivente per archiviare i dati relativi alle carte clonate, e altri skimmer. Il clonatore 46enne, dichiarato in arresto, è stato trattenuto in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, a Termini rubano monitor dalla postazione di trenitalia, in due arrestati dai carabinieri

FrosinoneToday è in caricamento