Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Roma

Roma, a Tor Bella Monaca agli arresti domiciliari rifiuta il controllo dei carabinieri e li aggredisce con un coltello

Un 33enne originario della provincia di Napoli, sottoposto agli arresti domiciliari, è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Frascati per averli aggrediti,

Un 33enne originario della provincia di Napoli, sottoposto agli arresti domiciliari, è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Frascati per averli aggrediti, questa notte, durante un controllo. L'episodio è accaduto in via Amico Aspertini dove i Carabinieri si erano recati per controllare il detenuto ai domiciliari e verificarne la regolare permanenza in casa. Quando i Carabinieri gli hanno citofonato, il 33enne improvvisamente si è affacciato dal balcone, armato di un coltello da cucina, ed ha iniziato a lanciare oggetti di ogni tipo in direzione dei Carabinieri di pattuglia rifiutandosi di aprire la porta e barricandosi nella propria abitazione. Dopo un'ora e mezza di mediazione, il detenuto ai domiciliari, in evidente stato di alterazione psicofisica, ha finalmente aperto la porta ai due Carabinieri aggredendoli con il coltello. Dopo una breve colluttazione però è stato disarmato ed ammanettato. Accusato di resistenza e minaccia aggravata a Pubblico Ufficiale, l'arrestato è stato accompagnato in caserma in attesa del rito per direttissima.

TOR CERVARA - CARABINIERI ARRESTANO 21ENNE ROMANO CHE NASCONDEVA SOTTO IL LETTO 7 PANETTI DI HASHISH, DOSI DI COCAINA E QUASI 6000 EURO IN CONTANTI.

Un 21enne, cittadino romano, incensurato, è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Montesacro con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, ieri sera, è stato fermato per un normale controllo dai militari dell'Arma, nei presi della sua abitazione, in via Virgilio Melandri, in zona Tor Cervara, in compagnia d un giovane noto come assuntore di stupefacenti. Durante il controllo, 21enne, ha iniziato ad agitarsi facendo cosi insospettire i Carabinieri che hanno deciso di approfondire i controlli. Presso la sua abitazione nascosti sotto il letto, aveva 7 panetti di hashish, per un peso complessivo di 750 g, numerose dosi di cocaina, del materiala per in peso e il confezionamento e 5.750 euro in denaro contante, probabile provento dell'attività illecita, tutto sequestrato dai Carabinieri. Il 21enne arrestato è stato accompagnato in caserma ed è a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

VIA NAZIONALE - RUBA UN I-PHONE MENTRE DISTRIBUISCE IMMAGINI SACRE.

"MANOLESTA DEI TAVOLINI" ARRESTATO DAI CARABINIERI.

Un cittadino marocchino di 53 anni, specialista nel rubare oggetti preziosi dai tavoli, è stato arrestati dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro con l'accusa di furto aggravato. L'episodio è accaduto all'interno della Galleria Regina Margherita, a Via Nazionale. L'uomo è entrato in un ristorante ed ha iniziato a distribuire immagini sacre sui tavoli, cercando di racimolare un offerta. Dopo la distribuzione, il 53enne ha rifatto lo stesso giro dei tavoli per raccogliere le monete ma con un colpo di mano ha rubato un i-Phone di ultima generazione che una cliente aveva lasciato sul tavolo, per poi allontanarsi in maniera molto discreta. Ad osservare la scena Carabinieri in borghese del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro, che stavano svolgendo un servizio preventivo, sono immediatamente intervenuti, lo hanno ammanettato ed accompagnato in caserma in attesa del processo per direttissima. Il telefono è stato recuperato e restituito alla proprietaria.

ARDEA/TOR SAN LORENZO - DISCUTE CON IL PROPRIETARIO DI CASA PER PROBLEMI DI AFFITTO ED INCENDIA 8 ETTARI DI AREA BOSCHIVA. PIROMANE ARRESTATO DAI CARABINIERI.

I Carabinieri della Stazione di Marina Tor San Lorenzo hanno arrestato un 51enne italiano, di origine argentina e con alcuni precedenti penali, resosi responsabile di incendio boschivo, fabbricazione o detenzione di materie esplodenti nonché detenzione di alcune piante di marijuana. I militari nella tarda mattinata di ieri sono intervenuti, unitamente ai Vigili del Fuoco di Pomezia, sul lungomare di Tor San Lorenzo dove si era sviluppato un incendio di grosse dimensioni che aveva interessato circa di 200 arbusti, per un totale di circa 8 ettari e danni per oltre 50.000 euro, all'interno di un'area boschiva privata di proprietà di un noto avvocato della zona. Le fiamme, a causa anche delle condizioni climatiche favorevoli, si sono sviluppate velocemente e senza un intervento immediato avrebbero certamente lambito le abitazioni all'interno dell'area nonché un campeggio attiguo, particolarmente affollato in questa stagione. Le indagini avviate nell'immediatezza dai Carabinieri di Tor san Lorenzo hanno consentito di risalire quasi subito al piromane che è stato rintracciato e bloccato poco dopo a Tor San Lorenzo; da una prima ricostruzione l'uomo, a bordo della propria autovettura, si sarebbe portato lungo una strada perimetrale l'area boschiva e dopo aver appiccato l'incendio, presumibilmente mediante il lancio di una bottiglia incendiaria, si sarebbe dileguato velocemente. Dalle prime risultanze investigative il gesto potrebbe essere riconducibile ad una discussione che l'uomo avrebbe avuto nelle stessa mattinata con la vittima, nonché proprietario dell'abitazione dove lo stesso dimora, per problemi legati all'affitto. Nel corso della successiva perquisizione veicolare i militari hanno rinvenuto all'interno dell'autovettura un coltello con una lama di cm 22 nonché parte di una bottiglia in plastica con all'estremità un tubo legato mediante un raccordo utilizzato per il giardinaggio, sui quali verranno effettuati degli accertamenti per capire se sono ricollegabili all'attentato incendiario. All'interno dell'abitazione, invece, i Carabinieri hanno recuperato due vasi, con all'interno nr. 5 piante di marijuana, alte tra i 40 ed i 60 cm, che venivano sottoposte a sequestro unitamente al tutto il materiale rinvenuto. L'arrestato è stato associato nel pomeriggio presso la Casa Circondariale di Velletri su disposizione della Procura di Velletri notiziata dell'accaduto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, a Tor Bella Monaca agli arresti domiciliari rifiuta il controllo dei carabinieri e li aggredisce con un coltello

FrosinoneToday è in caricamento