Roma

Roma, a Tor Bella Monaca, scoperto meccanico ricettatore nascondeva auto rubata e telai “cannibalizzati”. Pusher arrestato con cocaina e contanti

Nel corso di una serie di servizi finalizzati al contrasto del fenomeno dei furti di autovetture e motoveicoli, i Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca, Compagnia di Frascati,

Nel corso di una serie di servizi finalizzati al contrasto del fenomeno dei furti di autovetture e motoveicoli, i Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca, Compagnia di Frascati, hanno arrestato un 42enne romano, meccanico di professione e già conosciuto alle forze dell'ordine, con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione. Dopo aver tenuto sotto controllo i suoi spostamenti, i Carabinieri hanno bloccato il 42enne in un garage di via Ciminà, al cui interno è stata rinvenuta una Opel Corsa risultata provento di un furto messo a segno lo scorso mese di gennaio, due telai di autovetture sprovvisti di matricole e su cui sono in corso gli accertamenti, e il telaio di un motoveicolo risultato rubato a dicembre dello scorso anno.

Il meccanico-ricettatore, vistosi scoperto, ha tentato di fuggire scagliandosi contro i militari, ma è stato bloccato e ammanettato. L'uomo si trova ora nel carcere di Regina Coeli, dove attenderà le decisioni dell'Autorità Giudiziaria.

SEMPRE A TOR BELLA MONACA, GIOVANE PUSHER ARRESTATO. IN CASA NASCONDEVA COCAINA E OLTRE 14MILA EURO IN CONTANTI. DENUNCIATO ANCHE IL PADRE CHE HA TENTATO DI OSTACOLARE I CARABINIERI.

I Carabinieri della Compagnia di Frascati, alla guida del Maggiore Iacoviello, hanno arrestato un giovane romano di 20 anni, già conosciuto alle forze dell'ordine, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri, al termine di un prolungato servizio di osservazione e pedinamento, lo hanno bloccato in casa, in via Salemi, dove è stato sorpreso in possesso di decine di dosi di cocaina, pronte per essere vendute, e oltre 14.000 euro in contanti, frutto della sua fiorente attività di spaccio. Quando i militari si sono presentati a casa del 20enne, il padre, un 46enne romano, ha tentato di aiutare il figlio ad eludere il controllo e ha bloccato l'ingresso dei Carabinieri per dare il tempo allo spacciatore di disfarsi della cocaina, azione che gli è costata la denuncia a piede libero.

Lo stupefacente, insieme al materiale per il confezionamento delle dosi, e il denaro sono stati sequestrati mentre il 19enne è stato ammanettato e portato nel carcere di Regina Coeli, dove rimane a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

CONTROLLI ANTIBORSEGGIO DEI CARABINIERI. IN CINQUE GIORNI ARRESTATI 17 LADRI, CINQUE SONO MINORENNI.

Proseguono i servizi antiborseggio dei Carabinieri di Roma a tutela dei turisti e dei cittadini della Capitale. Nelle ultime ore, dopo l'ondata di arresti dei giorni scorsi, altri 17 borseggiatori sono caduti nella rete dei Carabinieri delle Compagnie Roma Centro, Roma San Pietro e Roma Parioli che, anche in abiti civili, sorvegliano i principali luoghi turistici e i mezzi pubblici. Gli arrestati, per la maggior parte di etnia Rom ma anche cittadini albanesi e algerini, sono di età compresa tra i 15 e i 45 anni. In particolare, gli episodi sono avvenuti nei pressi delle fermate metropolitane Termini, Colosseo, Vittorio Emanuele, Cornelia, Monti Tiburtini, a bordo del famigerato autobus "64" e anche a via del Corso. Le vittime sono quasi tutti turisti provenienti dal Giappone, Corea del Sud, Danimarca e Ungheria. La refurtiva (cellulari, banconote estere, carte di credito ed oggetti personali) è stata restituita alle vittime. Tra i 17 ladri, accusati di furto, tentato furto aggravato, furto con strappo e resistenza a pubblico ufficiale, i maggiorenni sono stati accompagnati in caserma e trattenuti in attesa di essere processati con il rito per direttissima mentre cinque minorenni di 15 e 16 anni sono stati accompagnata presso il centro di prima accoglienza di via Virginia Agnelli a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, a Tor Bella Monaca, scoperto meccanico ricettatore nascondeva auto rubata e telai “cannibalizzati”. Pusher arrestato con cocaina e contanti

FrosinoneToday è in caricamento