menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, a Tor Pignattara  rissa tra stranieri con cocci di bottiglia e coltello. 3 arresti

Tre cittadini stranieri sono stati arrestati nella tarda serata di ieri dai Carabinieri della Stazione Roma Cinecittà con l’accusa di rissa aggravata.

Tre cittadini stranieri sono stati arrestati nella tarda serata di ieri dai Carabinieri della Stazione Roma Cinecittà con l'accusa di rissa aggravata.

A finire in manette sono stati un cittadino romeno di 42 anni, un cittadino del Burkina Faso di 30 anni e un cittadino nigeriano di 46 anni che hanno dato vita ad una furibonda zuffa in via Amedeo Cencelli, zona Tor Pignattara.

Dopo aver acceso un'animata lite verbale tra di loro, gli animi si sono surriscaldati e in breve in tempo sono passati alle vie di fatto colpendosi a vicenda con calci e pugni. Dalle tasche di uno di loro è spuntato anche un coltello con lama di 8 cm, mentre gli altri contendenti si sono "armati" con un collo di bottiglia.

Fortunatamente, la tempestiva segnalazione giunta al "112" ha consentito ai Carabinieri di intervenire in tempo utile ad evitare peggiori conseguenze per i tre.

Riportata la calma, solamente il cittadino nigeriano è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del Policlinico Casilino per delle lievi ferite al volto e al collo giudicate guaribili in 2 giorni.

I tre arrestati sono stati trattenuti in caserma in attesa del rito direttissimo.

ROMA - CARABINIERI SORPRENDONO DUE CITTADINI BULGARI MENTRE RECUPERANO L'APPARECCHIATURA PER CLONARE LE CARTE DA UNO SPORTELLO BANCOMAT.

I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato due cittadini bulgari, di 31 e 41 anni, senza fissa dimora e con precedenti specifici, mentre stavano recuperando uno skimmer ed una telecamera, che servono per catturare e archiviare i codici contenuti nella banda magnetica delle carte di pagamento, da uno sportello bancomat, che avevano posizionato precedentemente.

I codici così "rubati" sarebbero stati trasferiti su delle carte vergini, clonando di fatto quelle di tanti ignari cittadini che avevano utilizzato quello sportello bancomat.

La pattuglia, mentre si stava recando presso le aule del Tribunale di piazzale Clodio, transitando in via Leone IV, ha sorpreso i due clonatori sul fatto rinvenendo e sequestrando anche la strumentazione utilizzata.

I due arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa di essere sottoposti al giudizio direttissimo, presso il Tribunale di Roma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento