Sabato, 16 Ottobre 2021
Roma

Roma, Carella (PD) addio alle Province. Novità per i piccoli Comuni

La Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge che riforma le Province (primo passo verso l'abolizione), istituisce le Città metropolitane, incentiva le unioni e fusioni di Comuni.

La Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge che riforma le Province (primo passo verso l'abolizione), istituisce le Città metropolitane, incentiva le unioni e fusioni di Comuni. Il Testo approvato a larga maggioranza, con il voto contrario anche del Movimento 5 stelle.

"Un altro impegno assunto e rispettato, nei tempi necessari affinché il testo divenisse subito operativo prima delle elezioni del 25 maggio - commenta l'On. Carella -. I tentativi di far saltare la riforma sono stati numerosi; ma ce l'abbiamo fatta. E' un ulteriore tassello nel più complessivo lavoro di ammodernamento dello Stato su cui ci stiamo impegnando a fianco del Governo guidato da Matteo Renzi".

Il provvedimento riguarda da vicino anche i Comuni che andranno al voto il prossimo 25 maggio in particolare quelli più piccoli . Infatti la legge Del Rio stabilisce che per i Comuni con popolazione fino a 3mila abitanti il consiglio comunale è composto, oltre che dal sindaco, da dieci consiglieri e il numero massimo degli assessori è stabilito in due; per i Comuni con popolazione superiore a 3mila e fino a 10mila abitanti, il consiglio comunale è composto, oltre che dal sindaco, da dodici consiglieri e il numero massimo di assessori è stabilito in quattro. Nelle giunte dei Comuni con popolazione superiore a 3mila abitanti, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40 per cento, con arrotondamento aritmetico. Ai sindaci dei Comuni con popolazione fino a 3mila è consentito un numero massimo di tre mandati. Questa legge sana una vera e propria ferita democratica compiuta nel 2011.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, Carella (PD) addio alle Province. Novità per i piccoli Comuni

FrosinoneToday è in caricamento