Roma - Ciampino, alla Barbuta è allarme discariche abusive

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: “Passano i giorni ma nel campo rom, situato in territorio capitolino tra il Gra e il Comune di Ciampino, è sempre più degrado. E stavolta, dove non arrivano i roghi, ci sono le discariche a cielo aperto.

Ciampino la barbuta discarica

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: “Passano i giorni ma nel campo rom, situato in territorio capitolino tra il Gra e il Comune di Ciampino, è sempre più degrado. E stavolta, dove non arrivano i roghi, ci sono le discariche a cielo aperto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con la più grande varietà di rifiuti: carcasse di automobili, materassi, materiali plastici, mobili di legno, copertoni, vestiti, buste di immondizia. Isole di spazzatura che si incastonano lungo tutto il perimetro dell’insediamento attrezzato, che si ingrandiscono giorno dopo giorno di fronte ad una incresciosa e chissà quanto consapevole assenza istituzionale. Visti l’abbandono e l’incuria e considerati i silenzi del sindaco Marino e degli assessori Cutini e Masini, stavolta sollecito la delegata comunale ai Rifiuti, Estella Marino: è necessario che si proceda immediatamente con la dovuta bonifica dell’area, che già adesso potrebbe costare svariate migliaia di euro. Sussiste, inoltre, un problema igienico-sanitario molto grave. Alla luce dei continui roghi di fumo nero, dannosi a residenti del campo e popolazioni limitrofe, e alla presenza ricorrente delle suddette discariche abusive, sarebbe il caso che Comune di Roma e Asl avviino le opportune indagini igienico-sanitarie per conoscere lo stato di salubrità dei luoghi. Infatti se le analisi dovessero fornire risultati gravemente impattanti sulla salute degli abitanti, il Campidoglio sarebbe obbligato a rivedere le sue politiche sociali, a dire il vero piuttosto inesistenti. Non è più ammissibile tale immobilismo: è preoccupante osservare che, nonostante tutti sappiano ciò che accade a La Barbuta, nessuno in giunta capitolina ha il coraggio di intervenire”. Così il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Ambiente, Adriano Palozzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento