Roma, controlli antidroga 10 pusher arrestati. Sequestrato un’ingente quantitativo di droga

Un massiccio dispositivo di controllo del territorio, finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio di droga è stato dispiegato ieri pomeriggio dai Carabinieri di Roma, con servizi protratti per tutta la notte. Il bilancio è di 10 pusher...

Un massiccio dispositivo di controllo del territorio, finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio di droga è stato dispiegato ieri pomeriggio dai Carabinieri di Roma, con servizi protratti per tutta la notte. Il bilancio è di 10 pusher arrestati. Sequestrate centinaia di dosi tra marijuana, hashish, cocaina ed eroina e un’ingente somma di denaro ritenuta provento dell’illecita attività.

Nel parco pubblico ubicato in via dei Meli, i Carabinieri della Stazione Roma Tor Tre Teste hanno bloccato un cittadino marocchino di 39 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con numerosi precedenti. Gli uomini dell’Arma lo hanno fermato a seguito di un prolungato servizio di osservazione e pedinamento, trovandolo in possesso di 3 involucri in cellophane, contenenti quasi 600 grammi di marijuana e di altri 81 ovuli, del peso complessivo di circa 800 grammi, contenenti una sostanza la cui natura è ancora in fase di accertamento presso i laboratori chimici. In via Tiburtina, invece, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, con la collaborazione dei militari della Compagnia Roma Montesacro, hanno arrestato due cittadini stranieri, uno del Ghana di 20 anni, l’altro del Mali di 24 anni, entrambi senza fissa dimora e irregolari sul territori nazionale. I giovani sono stati notati mentre nascondevano un pacco in un foro praticato nel muro di cinta della stazione della metropolitana “Rebibbia”. Una volta fermati, i Carabinieri hanno recuperato il pacco, al cui interno hanno rinvenuto oltre 105 grammi di marijuana suddivisi in 8 involucri. Un cittadino del Gambia di 21 anni, con numerosi precedenti, è stato sorpreso con circa 30 grammi di marijuana in via Pesaro, nel cuore del Pigneto, dai Carabinieri della Stazione Roma Trastevere. Poco dopo, nella stessa zona, 3 cittadini tunisini sono stati arrestati dai Carabinieri della Stazione Roma Tor Vergata al culmine di un servizio di pedinamento concluso in via del Pigneto. Qui, gli spacciatori, tutti nella Capitale senza fissa dimora, di età compresa tra i 27 e i 31 anni, sono stati sorpresi mentre stavano cedendo alcune dosi di marijuana ad un loro “cliente”. Una decina di grammi di hashish sono stati trovati nelle tasche di un cittadino iraniano di 20 anni, con precedenti, durante un controllo eseguito dai Carabinieri della Stazione Roma Porta Portese in via Tirone. I Carabinieri della Stazione Roma Prenestina sono entrati in azione in via Igino Giordani, al Collatino, dove a finire in manette è stato un romano di 25 anni, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, trovato in possesso di oltre 20 grammi di marijuana. In via Ludovico Pavoni, strada della zona della Marranella, i Carabinieri della Stazione Roma Casal Bertone hanno arrestato un cittadino della Guinea di 26 anni, nella Capitale senza fissa dimora, mentre stava cedendo delle dosi di eroina ad un acquirente, che verrà a sua volta segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntore di droghe. Infine, lungo la via Casilina, i militari della Stazione Roma Tuscolana hanno fermato un altro pusher della Guinea, 34enne senza fissa dimora e con precedenti, “pizzicato” con mezzo grammo di eroina., Tutti gli spacciatori sono stati trattenuti in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. Dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. VIA NAZIONALE - CARABINIERI ARRESTANO DUE PERSONE SORPRESE MENTRE RECUPERANO APPARECCHIATURE PER CLONARE CARTE DI PAGAMENTO POSIZIONATE PRESSO UNO SPORTELLO BANCOMAT. SALGONO A 21 GLI ARRESTI DEI CARABINIERI PER QUESTO TIPO DI REATO, DALL’INIZIO DELL’ANNO. Stavano smontando uno skimmer e una telecamera, che servono per catturare i dati delle carte di pagamento, da uno sportello bancomat sito in via Nazionale, ma i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina li hanno bloccati e arrestati. Si tratta di due cittadini bulgari, di 25 e 43 anni, entrambi senza fissa dimora. Nel corso di un servizio di controllo nel centro storico, i militari hanno intercettato e pedinato i due stranieri fino a quando, giunti in via Nazionale, li hanno visti armeggiare presso un bancomat e smontare l’apparecchiatura precedentemente occultata . Con i dati carpiti i due avrebbero poi potuto clonare le carte e i bancomat di tantissimi utenti che avevano utilizzato quello sportello, ignari della presenza dell’apparecchiatura elettronica. La successiva perquisizione all’interno dell’abitazione che i due avevano preso in affitto, ha permesso ai Carabinieri di rinvenire e sequestrare un pc con numerosi video e dati di prelievi fatti da ignare vittime. L’attenzione dei Carabinieri verso questo fenomeno criminale, che potrebbe danneggiare chiunque utilizzi uno sportello Bancomat, è molto alta. Con le due di oggi, salgono a 21 le persone arrestate (perlopiù di nazionalità bulgara) dai Carabinieri della Compagnia Roma Centro, scoperte nei pressi di sportelli bancomat ed accusate di accesso abusivo al sistema telematico, detenzione abusiva di codici di accesso a sistemi telematici, intercettazione, impedimento o interruzione illecita di comunicazioni telematiche e installazione di apparecchiature atte ad intercettare comunicazioni telematiche. Consigli per gli utenti sono disponibili sul portale internet dell’Arma dei Carabinieri al seguente indirizzo: https://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Consigli/Tematici/Giorno+per+giorno/La+carta+di+credito/

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

  • Coronavirus, muore dipendente del 'Santa Scolastica' risultata positiva al tampone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento