menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, in Via Palmiro Togliatti arrestato bullo minorenne che dopo le minacce su facebook tenta di rapinare un coetaneo

 I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un ragazzo di 16 anni di origine nordafricana, già conosciuto alle forze dell’ordine, responsabile del reato di rapina in danno di un suo un ragazzo anch’egli minorenne.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un ragazzo di 16 anni di origine nordafricana, già conosciuto alle forze dell'ordine, responsabile del reato di rapina in danno di un suo un ragazzo anch'egli minorenne.

Si tratta di un episodio di bullismo tra coetanei.

I due ragazzi, infatti, si conoscevano e si frequentavano e, il giovane arrestato aveva cominciato a porre in essere una serie di comportamenti minacciosi nei confronti dell'"amico", al fine di assoggettarlo alle sue prepotenze. L'atteggiamento prepotente e vessatorio posto in essere dal bullo nei confronti della sua vittima veniva attuato anche in internet, mediante l'invio di messaggi minatori trasmessi su facebook, finalizzati, tra le altre cose, ad ottenere la consegna di un paio di occhiali da sole griffati di proprietà della vittima. La prepotenza del bullo aveva il suo culmine in un aggressione fisica posta in essere nella giornata di ieri, finalizzata a sottrarre gli occhiali da sole oggetto del contendere. L'aggressione avveniva però sotto gli occhi del padre della vittima che chiedeva e otteneva l'intervento dei Carabinieri sul posto.

Atteso che il "bullo" non era nuovo a comportamenti della stessa natura, già attuati in passato, su disposizione della Procura dei Minori, il giovane è stato affidato al centro di prima accoglienza di via Virginia Agnelli. Dovrà rispondere del reato di rapina.

Questa mattina, a Roma, in Piazza Risorgimento, presso il Museo Storico dell'Arma, alla presenza del Ministro della Difesa, Sen. Roberta Pinotti, del Capo di Stato Maggiore delle Difesa, Generale Claudio Graziano, e del Comandante generale dell'Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette, è stata inaugurata una mostra di opere d'arte recuperate, in Italia e all'estero, dal Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale.

L'esposizione, che rimarrà aperta al pubblico sino al 12 luglio, costituisce un'esclusiva opportunità per ammirare opere d'arte di rara bellezza, il cui riconosciuto valore storico-artistico è spesso rafforzato dalle singolari vicende che le hanno riguardate. Capolavori che il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale ha tenacemente voluto riportare a casa, dopo averli inseguiti per tutto il mondo - poiché provento di furto, appropriazione indebita, ovvero provenienti da scavi clandestini o, ancora, semplicemente esportati in violazione della normativa vigente - il più delle volte intraprendendo, una volta rintracciati, una estenuante trattativa con Istituzioni/Società straniere per risolvere intricate questioni legali connesse alla proprietà del bene.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
FrosinoneToday è in caricamento