Giovedì, 28 Ottobre 2021
Roma

Roma, la città semivuota in balia di topi di appartamento, manolesta e ladri acrobati. Arrestati in quindici da parte dei Carabinieri

Un cittadino straniero di ventisette anni è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Frascati dopo essersi introdotto all’interno di un appartamento al primo piano di uno stabile di Via Magnolino.

Un cittadino straniero di ventisette anni è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Frascati dopo essersi introdotto all'interno di un appartamento al primo piano di uno stabile di Via Magnolino.

Il proprietario di casa, sorpreso nel sonno, ha inseguito il ladro che era già riuscito a rubare un telefono cellulare, che per fuggire si è lanciato dal balcone rifugiandosi poi a casa sua.

I Carabinieri, prontamente intervenuti, grazie ad una testimonianza hanno scoperto dove il ladro si nascondeva e lo hanno raggiunto. Il malvivente è stato arrestato e la refurtiva restituita alla vittima. La perquisizione presso l'abitazione dell'arrestato ha permesso il rinvenimento di diversi gioielli in oro, probabile refurtiva, e attrezzi artigianali, idonei a forzare le serrature delle porte delle abitazioni.

EUR - ALTRI DUE TOPI D'APPARTAMENTO SCOPERTI E ARRESTATI DAI CARABINIERI. STAVANO APRENDO UNA PORTA A CILINDRO EUROPEO CON UNA CHIAVE A BUSSOLA.

I Carabinieri della Stazione Roma Torrino Nord hanno arrestato due cittadini georgiani, entrambi 31enni e già noti alle forze dell'ordine, che la notte scorsa, hanno tentato di introdursi all'interno di un'abitazione al quarto piano di uno stabile di via Salvatore Quasimodo mediante l'effrazione della porta d'ingresso. Un terzo complice, rimasto in strada a fare da palo, è riuscito a scappare. E' stata proprio la sua fuga alla vista dell'autoradio ad insospettire i Carabinieri della Stazione Roma Torrino Nord che transitavano di pattuglia in zona. A quel punto, i militari sospettando un furto in atto, sono entrati nel palazzo dove il palo aveva lasciato il portone aperto e hanno raggiunto e bloccato i due ladri che stavano tentando di scappare. Avevano appena forzato con una chiave a bussola la serratura a cilindro europeo della porta dell'abitazione da svaligiare, constatato che i proprietari non erano in casa. Accompagnati in caserma, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito per direttissima, i due dovranno rispondere di tentato furto in concorso. Sequestrato un kit con varie misure di chiavi a bussola, utilizzati per aprire le porte degli appartamenti.

CENTRO - CINQUE MANOLESTA ARRESTATI DAI CARABINIERI.

In poche ore, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro, in tre distinti episodi, hanno arrestato cinque "manolesta", sorpresi ad alleggerire turisti a bordo dei bus o dei treni delle linee metropolitane della Capitale. Le protagoniste del primo episodio sono state due nomadi, di 14 e 15 anni, già note alle forze dell'ordine, fermate dai Carabinieri della Stazione Roma Vittorio Veneto a bordo di un vagone della Metropolitana, all'altezza della fermata "Barberini", dopo aver sfilato il portafogli ad un turista inglese. Poco dopo, è stata la volta di due cittadini romeni, di 27 e 34 anni, entrambi vecchie conoscenze delle forze dell'ordine, arrestati dai Carabinieri della Stazione Roma Quirinale che li hanno sorpresi a bordo del bus 64, all'altezza di via Nazionale dopo aver rubato una macchina fotografica ad una turista. L'ultimo in ordine di tempo a finire in manette è stato un cittadino iracheno di 30 anni, già noto alle forze dell'ordine, arrestato dai Carabinieri del Comando Roma Piazza Venezia, che lo hanno sorpreso nei giardini pubblici, nei pressi di piazza del Colosseo, dopo aver sfilato lo smartphone ad un turista. Arrestati dai Carabinieri, le due manolesta minorenni sono state accompagnate al Centro di Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli mentre, i tre maggiorenni sono a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. In tutti i casi la refurtiva recuperata dai militari dell'Arma è stata riconsegnata alle vittime.

MOVIDA - CONTROLLI DEI CARABINIERI AL PIGNETO, SAN LORENZO E MONTI. 5 PERSONE ARRESTATE E 2 DENUNCIATE A PIEDE LIBERO.

Proseguono i servizi di controllo dei Carabinieri del Gruppo di Roma nei luoghi della movida della Capitale. Ieri sera, in particolare i militari hanno presidiato i quartieri Pigneto, San Lorenzo e Monti per prevenire ed eventualmente arginare fenomeni di illegalità. Il bilancio è di 5 persona arrestate e di altre 2 denunciate a piede libero. In manette sono finiti: due cittadini romeni, rispettivamente di 27 e 46 anni, bloccati nel quartiere San Lorenzo, subito dopo aver alleggerito del portafogli un turista finlandese; un cittadino afgano di 20 anni, sorpreso a vendere dosi di marijuana ad un giovane acquirente che è stato segnalato; un 20enne romano in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Roma ed infine un 55enne romano a seguito di un ordinanza di esecuzione espiazione pena detentiva, in regime degli arresti domiciliari, emesso dalla Procura della Repubblica di Roma. Le due denunce invece sono scattate per un 24enne italiano trovato in possesso di dosi di hashish e 300 euro in denaro contante, probabile provento dell'attività illecita, tutto sequestrato e per un 29enne romano sorpreso con alcuni grammi di ketamina. Nel corso dell'attività di controllo sono state, in totale, identificate 45 persone di cui 7 con precedenti, controllati 25 mezzi e segnalati al prefetto 5 giovani quali assuntori di droghe.

LAURENTINO - DUE LADRI "ACROBATI" SI CALANO DAL TETTO, NOTATI DAL VICINO VENGONO ARRESTATI DAI CARABINIERI. SI ERANO CALATI SUL TERRAZZO DI UN APPARTAMENTO AL 14° PIANO, RUBANDO GIOIELLI E SOLDI PER UN VALORE DI 6000 EURO.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato due cittadini romani, rispettivamente di 28 e 34 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine, con l'accusa di furto aggravato in concorso. I due uomini, questa mattina, sono saliti all'ultimo piano di un palazzo di via Paolo Buzzi, nel quartiere Laurentino e con una fune si sono calati poi sul terrazzo del 14° piano. Una volta lì hanno forzato una finestra e si sono introdotti all'interno dell'abitazione, razziando gioielli e soldi per un valore complessivo di 6000 euro. Sfortunatamente per loro, un vicino di casa li ha notati e appena ha capito quello che stava accadendo ha allertato il 112 dei Carabinieri. I militari dell'Arma subito sul posto li hanno bloccati proprio mentre scendevano per le scale, nel tentando di far perdere le proprie tracce. Arrestati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, i due ladri "acrobati" sono stati accompagnati in caserma, a disposizione del'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. La refurtiva recuperata dai militari dell'Arma è stata riconsegnata al proprietario di casa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, la città semivuota in balia di topi di appartamento, manolesta e ladri acrobati. Arrestati in quindici da parte dei Carabinieri

FrosinoneToday è in caricamento