menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, nelle zone di Torpignattara Cinecittà Appia e Centocelle 3 persone arrestate, altre 5 denunciate a piede libero

Tre persone arrestate e altre cinque denunciate a piede libero, è il bilancio di un’attività di controllo del territorio portata a termine nei quartieri di Torpignattara, Cinecittà, Appia e Centocelle dai Carabinieri della Compagnia Roma Casilina...

Tre persone arrestate e altre cinque denunciate a piede libero, è il bilancio di un'attività di controllo del territorio portata a termine nei quartieri di Torpignattara, Cinecittà, Appia e Centocelle dai Carabinieri della Compagnia Roma Casilina. I militari, coadiuvati dai Carabineiri della Compagnia di Intervento Operativo dell'8° Reggimento "Lazio" e del Nucleo Cinofili, hanno pattugliato le zone di competenza per prevenire e reprimere fenomeni di illegalità.

Un cittadino afgano di 31 anni che doveva trovarsi agli arresti domiciliari è stato sorpreso fuori dalla propria abitazione ed è stato arrestato per evasione.

Anche un romano di 37 anni è stato raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere perché ritenuto responsabile di evasione dai domiciliari ed associato al carcere di Regina Coeli.

Un 62enne romano invece è stato arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dall'ufficio esecuzione penali di Roma per i reati di rapina e violazione della legge sugli stupefacenti. L'uomo dovrà scontare sei anni ed un mese di reclusione ed è stato associato al carcere di Regina Coeli.

Le 5 persone denunciate a piede libero invece, sono accusate, a vario titolo, di ricettazione, evasione dagli arresti domiciliari, truffa, furto aggravato e guida in stato di ebbrezza.

Durante l'operazione sono state controllati complessivamente 45 veicoli e 79 persone.

PALMIRO TOGLIATTI - CARABINIERI ARRESTANO 2 UOMINI MENTRE SMONTANO UN'AUTO RUBATA.

Nel corso di mirati controlli del territorio, in particolare ad alcune ditte di autodemolizione, i Carabinieri della Stazione di Roma Quadraro hanno arrestato 2 romani, di 50 e 41 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine, con l'accusa di riciclaggio in concorso.

All'interno di un impianto di autodemolizione, i due sono stati sorpresi dai militari mentre stavano smontando un auto, una fiat Panda, di recente costruzione.

Inoltre, l'atteggiamento nervoso mostrato dai due e le risposte poco convincenti fornite sulla provenienza del mezzo, ha spinto i militari a proseguire nell'accertamento.

Grazie ai numeri di serie riportati sui finestrini laterali del mezzo, i militari, supportati dalla casa madre, sono riusciti ad associarli al telaio dell'auto già quasi completamente smontata che è risultata provento di furto.

L'intera area e tutti i pezzi già smontati sono stati sequestrati mentre i due romani sono stati condotti presso le rispettive abitazioni, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa di essere processati con il rito direttissimo.

ORTI DELLA FARNESINA - CARABINIERI ARRESTANO LADRO DI RAME. HA COINVOLTO I FIGLI DI 8 E 12 ANNI PER SMONTARE UNA GRONDAIA DI 3 MT DA UN'ABITAZIONE PRIVATA.

Nella notte, i Carabinieri della Stazione Roma Ponte Milvio hanno arrestato un cittadino romeno di 36 anni, già conosciuto alle forze dell'ordine e proveniente dall'insediamento di via del Foro Italico, con l'accusa di furto aggravato.

L'uomo, intorno alle 2, è entrato in azione in via dei Giuochi Istmici dove, con l'aiuto dei suoi due figlioletti di 8 e 12 anni, si è messo a smontare una grondaia in rame lunga 3 metri dalla facciata di un'abitazione privata.

Una pattuglia dei Carabinieri, che si trovava in zona proprio a seguito di segnalazioni giunte nei giorni precedenti per dei furti, lo ha sorpreso mentre stava per dileguarsi con il metallo.

Il 36enne, i cui figli sono stati affidati alla cognata, è stato ammanettato e portato in caserma, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

PRIMA PORTA - CARABINIERI ARRESTANO LADRO INCASTRATO DALLE IMPRONTE DIGITALI LASCIATE IN UNA CASA DERUBATA LO SCORSO MESE DI MARZO.

I Carabinieri della Compagnia Roma Cassia hanno identificato e arrestato uno dei responsabili di un colpo messo a segno a metà dello scorso mese di marzo in un appartamento di un'elegante stabile della zona Roma Nord.

All'epoca dei fatti, il ladro, un 19enne nomade di etnia Rom con numerosi precedenti alle spalle, insieme ad un complice, si arrampicò sul balcone dell'appartamento sito al primo piano del condominio e, approfittando di una finestra lasciata aperta, entrò in casa.

I due furono scoperti dalla proprietaria di casa e per sfuggire la minacciarono con delle forbici da giardinaggio, reperite sul balcone, puntandogliele alla gola per costringerla a consegnare loro tutti i soldi e i preziosi di cui era in possesso.

I ladri iniziarono ad arraffare quanto più possibile, nascondendo gli oggetti di piccole dimensioni nelle loro tasche e quelli più voluminosi lanciandoli in un carrello della spesa che avevano lasciato sotto.

Tuttavia, non sentendosi tranquilli, i giovani ladri abbandonarono sul posto una delle borse con parte della refurtiva e si calarono velocemente dal balcone per darsi alla fuga con il resto.

La vittima, seppur fortemente provata, riuscì a dare l'allarme al "112" e i Carabinieri della Compagnia Roma Cassia, dopo aver prestato soccorso alla donna - fortemente spaventata ma illesa - si dedicarono in modo scrupoloso al sopralluogo, durante il quale trovarono delle impronte digitali riferibili ai ladri in fuga.

L'elaborazione dei riscontri d'indagine, completati dalle analisi tecniche dei Carabinieri del RACIS di Roma e dalle informazioni rese dalla vittima, hanno consentito di individuare uno dei due autori della rapina, un 19enne, gravato da numerosi precedenti proprio per reati contro il patrimonio, che è stato arrestato e portato in carcere. Sono tuttora in corso ulteriori accertamenti dei Carabinieri finalizzati all'individuazione del complice.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento