Roma

Roma, stalking: una 35enne romana per sfuggire alle botte del compagno evade dagli arresti domiciliari e chiama i carabinieri

Un romano di 33 anni, uscito da poco dal carcere, è stato arrestato, ieri sera, dai Carabinieri Nucleo Operativo della Compagnia Roma Cassia con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori nei confronti della ex convivente, una...

Un romano di 33 anni, uscito da poco dal carcere, è stato arrestato, ieri sera, dai Carabinieri Nucleo Operativo della Compagnia Roma Cassia con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori nei confronti della ex convivente, una 35enne romana.

L'episodio è avvenuto all'interno di un'abitazione di via Giovanni Simonet, in zona Prima Porta, dove l'uomo, che viveva da anni con la sua ex convivente e con il figlioletto, al culmine di un violento litigio scaturito da futili motivi, ha picchiato per l'ennesima volta, la compagna.

La vittima, ristretta al regime degli arresti domiciliari, esausta dai continui maltrattamenti subiti è fuggita dalla propria abitazione e ha chiesto aiuto al 112 dei Carabinieri. La pattuglia dei militari dell'Arma immediatamente giunta sul posto ha soccorso la donna che è stata visitata presso l'ospedale "Villa San Pietro" e a causa delle lesioni riportate ne avrà per almeno 15 giorni.

In lacrime poi la 35enne ha raccontato ai Carabinieri che subiva violenze ormai si ripetevano dal marzo scorso. Il 32enne è stato invece arrestato dai Carabinieri, si trova nel carcere di Regina Coeli dove rimarrà a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

MAGLIANA - CIRCONDANO UNA PASSANTE E LE STRAPPANO DAL COLLO UNA CATENINA D'ORO. IN TRE ARRESTATI DAI CARABINIERI. TRA LORO ANCHE UN MINORENNE.

I Carabinieri della Stazione Roma Villa Bonelli hanno arrestato tre giovani nomadi, di età compresa tra i 16 ed i 18 anni, provenienti dall'insediamento di via Luigi Candoni, con l'accusa di furto con strappo in concorso. Gli scippatori, tutte vecchie conoscenze delle forze dell'ordine, intorno alle 12:30 di ieri, hanno accerchiato una donna polacca di 52 anni che stava camminando in via della Magliana, poi hanno afferrato la catenina d'oro che portava al collo strappandogliela di dosso. Le urla della vittima hanno attirato l'attenzione di una pattuglia di Carabinieri della Stazione Roma Villa Bonelli che si è messa subito all'inseguimento dei malviventi.

Dopo una breve fuga, i ladruncoli sono stati bloccati e ammanettati. La refurtiva è stata recuperata e restituita alla proprietaria. I due scippatori maggiorenni sono stati trattenuti in caserma, mentre il loro complice 16enne è stato accompagnato nel Centro di Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli. Saranno tutti sottoposti al rito direttissimo.

OSTIA - ARRESTATO DAI CARABINIERI RAPINATORE SOLITARIO DI TABACCHI E FARMACIE. IN UNA SETTIMANA HA MESSO A SEGNO TRE COLPI ARMATO DI UN GROSSO COLTELLO DA SUB. IN MANETTE UN 44ENNE ROMANO.

Ha messo a segno tre rapine in una settimana, le prime due ai danni della tabaccheria di Piazza Scipione Africano (il 27 ed il 30 luglio scorso) ed una ai danni della farmacia di Via delle Repubbliche Marinare (il 3 agosto) e, probabilmente, era pronto a colpire ancora. B.C., 44enne pregiudicato romano, nullafacente, è stato fermato dai Carabinieri dell'Aliquota Operativa della Compagnia di Ostia, in piazza dei Piroscafi, al termine di brevi e serrate indagini.

Il rapinatore era solito utilizzare sempre lo stesso modus operandi, armato di un grosso coltello da sub, entrava nell'esercizio commerciale scelto, indossando anche guanti in lattice per non lasciare impronte ed occhiali da sole per coprirsi parzialmente il viso ed in pochi secondi, sotto la minaccia del grosso coltello, si faceva consegnare l'incasso, fuggendo poi a piedi.

Immediate sono scattate le indagini dei Carabinieri che grazie alle immagini delle telecamere dell'impianto di videosorveglianza presente all'interno delle attività commerciali ed ai trascorsi penali del 44enne, sono riusciti a risalire alla sua identità. Così dopo il riconoscimento fotografico effettuato dalle vittime, i militari dell'Arma lo hanno rintracciato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto con l'accusa di rapina aggravata. La successiva perquisizione effettuata presso la sua abitazione ha permesso ai Carabinieri di rinvenire il grosso coltello da sub utilizzato per le rapine che è stato sequestrato. Proseguono le indagini dei Carabinieri per accertare se l'uomo possa essere l'autore anche di altre rapine commesse negli ultimi mesi ad Ostia. Per B.C. dopo l'arresto, si sono spalancate le porte del carcere capitolino di Regina Coeli, dove rimane in attesa di essere interrogato dall'A.G. competente

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, stalking: una 35enne romana per sfuggire alle botte del compagno evade dagli arresti domiciliari e chiama i carabinieri

FrosinoneToday è in caricamento