Giovedì, 28 Ottobre 2021
Roma

Roma, tenta di uccidere la ex moglie schiacciandola al muro con il suo camion. Stalker arrestato

I Carabinieri della Stazione Roma Casalotti sono intervenuti nella notte per quello che era stato segnalato come un grave incidente stradale tra una panda ed un furgone, in via Novalesa, alla periferia della capitale.

I Carabinieri della Stazione Roma Casalotti sono intervenuti nella notte per quello che era stato segnalato come un grave incidente stradale tra una panda ed un furgone, in via Novalesa, alla periferia della capitale.

Giunti sul posto i militari dell'Arma hanno subito capito che dietro l'incidente si nascondeva qualcos'altro. I mezzi coinvolti erano di una coppia divorziata. Il furgone guidato dall'uomo aveva praticamente schiacciato al muro la piccola utilitaria.

La donna trasportata d'urgenza al San Filippo con l'ambulanza del 118 a causa di vari traumi e fratture subite. Lui sul posto ancora in forte stato di agitazione. Gli accertamenti immediati e la consultazione della banca dati hanno fatto emergere che l'incidente era l'ultimo di una lunga serie di atti persecutori posti in essere dall'ex marito violento che era geloso e non sopportava che la ex moglie si fosse rifatta una vita dopo il divorzio.

Stanotte era tornato sotto casa di lei per insultarla, minacciarla e picchiarla, come già avvenuto in altre 7 occasioni. La vittima è riuscita a scappare, a prendere la macchina ed a fuggire lontano senza una meta precisa. Lui l'ha inseguita con il furgone e la ha speronata violentemente schiacciandola contro un muro di cemento armato. La donna ha riportato gravi fratture ed un trauma cranico. Resterà in osservazione per 24 ore al San Filippo Neri e ne avrà per almeno 30 gg.

Lui invece è stato associato al carcere di Regina Coeli con l'accusa di atti persecutori, lesioni personali volontarie gravi e violenza privata.

QUIRINALE - NOMADE ALL'OTTAVO MESE DI GRAVIDANZA, IN ATTESA DI DUE GEMELLI, ARRESTATA PER TENTATO BORSEGGIO. MAESTRA DEL BORSEGGIO INIZIA LA CARRIERA NEGLI ANNI 80 A SOLI 11 ANNI. NEL TEMPO FORNISCE AI MILITARI 16 ALIAS DIVERSI.DEVE SCONTARE 10 ANNI DI CARCERE PER REITERATI FURTI.

I Carabinieri della Stazione Roma Quirinale hanno arrestato ieri pomeriggio una nomade di 41 anni, senza fissa dimora, già con diversi precedenti penali, in esecuzione di un provvedimento di cumulo pene e ordine di esecuzione per la carcerazione.

I militari nel corso di alcuni controlli antiborseggio in abiti civili, nel centro storico, nei pressi della fermata della metro Barberini, hanno bloccato la donna mentre stava per compiere l'ennesimo borseggio ai danni di alcuni turisti stranieri.

Portata in caserma, nell'effettuare approfonditi controlli, dai riscontri delle impronte digitali è emerso che a suo carico pendeva un ordine per la carcerazione, emesso il 30 dicembre 2012, dal Tribunale di Roma - ufficio esecuzioni, dovendo scontare la pena di 10 anni di reclusione per furto recidivo.

La nomade, maestra del borseggio, ha alle spalle una lunga carriera da borseggiatrice, iniziata negli anni ottanta, all'età di soli 11 anni. Nel corso del tempo è stata fermata ed arrestata decine di volte e per ben 16 volte ha fornito alle forze dell'ordine alias diversi.

La donna che tra l'altro si trova all'ottavo mese di gravidanza, in attesa di due gemelli, dopo le varie formalità è stata condotta presso il carcere di Roma Rebibbia a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, tenta di uccidere la ex moglie schiacciandola al muro con il suo camion. Stalker arrestato

FrosinoneToday è in caricamento