Roma

Roma, terminate le operazioni effettuate ieri in via Cupa

Stanno per terminare le operazioni di identificazione, iniziate ieri presso la tendopoli di via Cupa autogestita da gruppi di volontari. Sono state identificate 90 persone, di cui: 87 sono state sottoposte alla procedura di identificazione...

Stanno per terminare le operazioni di identificazione, iniziate ieri presso la tendopoli di via Cupa autogestita da gruppi di volontari.

Sono state identificate 90 persone, di cui:

87 sono state sottoposte alla procedura di identificazione tramite fotosegnalamento e rilievi dattiloscopici. Due denunciati per resistenza a Pubblico Ufficiale.

Una persona ricoverata in ospedale per essere sottoposto ad esami clinici, per una sospetta scabbia.

I minori identificati sono 13, più un altro ragazzo per il quale si è in attesa di un riscontro medico circa l'età; 8 di questi minori sono stati già collocati presso alcune strutture d'accoglienza del Comune di Roma.

Al momento, per 43 immigrati che hanno richiesto asilo è stata attivata la procedura di "relocation", varata dall'Unione Europea nel maggio 2015. Questi, sono stati tutti ricollocati in via Ranzani a Rocca di Papa.

Resta al vaglio la posizione di 30 immigrati.

Un poliziotto durante le operazioni di contenimento, rese necessarie dal massiccio tentativo di fuga degli stranieri, è rimasto ferito ad una mano con prognosi di 15 gg.

Concluse le operazioni di identificazione iniziate ieri mattina in via cupa.

Al termine sono stati emessi 20 decreti di espulsione, mentre per le restanti 10 posizioni sono in corso ulteriori valutazioni.

Dei 43 immigrati per i quali è stata avviata la procedura di "relocation", 8 donne sono state collocate a Rocca di Papa, mentre i 35 uomini, sono stati sistemati presso la struttura romana di via Ramazzini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, terminate le operazioni effettuate ieri in via Cupa

FrosinoneToday è in caricamento