Roma, tra Tor Bella Monaca e Borghesiana ancora arresti dei carabinieri di Frascati per detenzione di cocaina

I Carabinieri del Gruppo di Frascati continuano l’incessante azione di contrasto al traffico di stupefacenti. Questa mattina, nei pressi del laghetto della Borghesiana, i Carabinieri hanno controllato E.C., 35enne del luogo con precedenti penali...

180316 FRASCATI - Arresto droga

I Carabinieri del Gruppo di Frascati continuano l’incessante azione di contrasto al traffico di stupefacenti. Questa mattina, nei pressi del laghetto della Borghesiana, i Carabinieri hanno controllato E.C., 35enne del luogo con precedenti penali per detenzione e spaccio di droga, mentre si aggirava a bordo della propria autovettura, una Alfa Romeo 147.

La reazione dell’uomo, collaborativo ma visibilmente preoccupato, ha convinto i militari a estendere la perquisizione presso la sua abitazione ove, infatti, è stato rinvenuto un sacchetto contenente circa 70 g di cocaina, pronta per essere suddivisa in dosi. Ne sarebbero state ricavate almeno 300 “bustine” per un valore sul mercato superiore ai 10.000 euro.

Poco dopo, non molto lontano, ai confini con Tor Bella Monaca, l’intuito dei Carabinieri ha fatto controllare M.P., 45enne con qualche precedente penale, che a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di 32 dosi di cocaina già confezionate e pronte per essere vendute, per un peso complessivo di circa 10 g.

Ad oggi, non è possibile affermare se i due arrestati facciano parte di un’unica organizzazione o se agiscano indipendenti. L’analisi chimica della sostanza stupefacente sequestrata potrebbe fornire qualche utile indicazione.

I due arrestati saranno giudicati con rito direttissimo dal Tribunale di Roma.

SAN PIETRO – CARABINIERI ARRESTANO 4 PERSONE CHE DETENEVANO DROGA IN UNA BOTTEGA ANTIQUARIA. A CASA DI UNO DEGLI ARRESTATI TROVATI REPERTI ARCHEOLOGICI DI DUBBIA PROVENIENZA.

Indagando nel mondo degli stupefacenti, i Carabinieri della Stazione di Roma San Pietro sono giunti presso una bottega antiquaria di via dei Banchi Nuovi dove, all’interno, veniva detenuta sostanza stupefacente.

Nei guai sono finiti il proprietario, un 45enne romano, un uomo di 58 anni di origini egiziane che abita poco distante, un 40 enne romano e un 34enne di origini polacche, tutti trovati all’interno del negozio nel corso del blitz dei Carabinieri e che dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in concorso.

Nella bottega a cui sono stati apposti i sigilli, nella disponibilità del titolare, sono state rinvenute diverse dosi e 5 piante di marijuana, alcune dosi di cocaina e un bilancino di precisione; a casa del 40 enne sono state scoperte altre dosi di marijuana e una pianta di canapa indiana; presso l’abitazione del 34enne di origini polacche è stato rinvenuto un bilancino di precisione sporco di marijuana; mentre, presso l’abitazione del 58enne, che abita in via del Governo Vecchio, i Carabinieri hanno rinvenuto 4 piante di cannabis indica da circa 1,5 metri di altezza, una busta con scarti della coltivazione della marijuana e una vetrina con 69 reperti archeologici, tra cui oggetti di origine greca, romana ed egizia.

Tutta la droga e i reperti archeologici sono stati sequestrati.

Presso le aule di piazzale Clodio, l’arresto dei 4 è stato convalidato e, in attesa del giudizio, sono stati sottoposti a misure cautelari alternative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Tentato omicidio in viale Mazzini, ecco cosa c'è dietro la tragedia di ieri notte

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento