Roma

Roma, uomo di 40 anni arrestato per minaccia aggravata maltrattamenti in famiglia e detenzione di munizioni

I Carabinieri della Stazione Roma San Pietro hanno notificato, ad un 40enne, romano, già sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla P.G., un’ordinanza di custodia cautelare in carcere,

I Carabinieri della Stazione Roma San Pietro hanno notificato, ad un 40enne, romano, già sottoposto alla misura dell'obbligo di presentazione alla P.G., un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Roma, per i reati di minaccia aggravata, maltrattamenti in famiglia e detenzione di munizionamento da sparo.

I militari lo scorso 17 dicembre a seguito della denuncia sporta dalla ex convivente, una 31enne romana, denunciarono l'uomo per gli stessi reati, poi a seguito della perquisizione della sua abitazione di via Andrea Doria, sequestrarono vari coltelli da cucina, una pistola "scacciacani", calibro 8 e uno zaino contenente 23 cartucce per fucile "Wincester", calibro 12.

L'immediata attività operativa condotta dai militari, e concordata pienamente dall'Autorità Giudiziaria, ha consentito l'emissione dell'ordinanza restrittiva che i militari hanno notificato al 40enne. Dopo l'avvenuta notifica l'uomo è stato associato presso il carcere di Regina Coeli a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

MAGLIANA, ANCORA FURTI DI RAME NELL'EX CENTRO DIREZIONALE ALITALIA. QUATTRO IN MANETTE, RECUPERATI DAI CARABINIERI 10 KG DI "ORO ROSSO".

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma EUR, a seguito di un controllo del territorio, hanno arrestato quattro cittadini romeni, due donne di 28 e 34 anni e due minorenni di 16 anni, entrambi già conosciuti alle forze dell'ordine, in Italia senza fissa dimora, con l'accusa di furto aggravato in concorso di rame. Ieri in tarda mattinata, i militari nell'effettuare un controllo in via Alessandro Marchetti, nei pressi dell'ex centro direzionale Alitalia, noto alle cronache per i continui furti di "oro rosso", hanno sorpreso il quartetto mentre stava asportando dei cavi dall'impianto elettrico, per poi ricavarci il prezioso metallo. I ladri si erano introdotti nella struttura dell'Alitalia dopo aver forzato un cancello d'ingresso. La refurtiva, per un peso complessivo di circa10 Kg, è stata restituita ad un incaricato dell'azienda mentre i fermati sono stati accompagnati in caserma. Le due donne sono state trattenute a disposizione dell'Autorità Giudiziaria in attesa di essere sottoposte al rito direttissimo mentre, i due 16enni, sono stati accompagnati presso il centro di prima accoglienza di Roma "Virginia Agnelli", ed affidati a disposizione dell'Autorità Giudiziaria competente per i minori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, uomo di 40 anni arrestato per minaccia aggravata maltrattamenti in famiglia e detenzione di munizioni

FrosinoneToday è in caricamento