Giovedì, 28 Ottobre 2021
Roma

Roma,sicurezza stradale: ritirate 20 patenti, 43 i veicoli sequestrati. Elevate 287 contravvenzioni e decurtati 544 punti patente. 10 persone denunciate a piede libero

Nelle ultime ore, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno effettuato alcuni servizi di prevenzione e controllo alla circolazione stradale che sono stati svolti sulle principali arterie stradali della Capitale.

Nelle ultime ore, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno effettuato alcuni servizi di prevenzione e controllo alla circolazione stradale che sono stati svolti sulle principali arterie stradali della Capitale.

Avvalendosi degli etilometri e dei "drug-test" in dotazione, i militari hanno effettuato numerosi accertamenti per verificare lo stato psico-fisico degli automobilisti in transito. Il bilancio è di 10 persone denunciate a piede libero.

In particolare due cittadini romani di 31 e 36 anni ed un cittadino polacco 45enne per guida in stato di ebbrezza alcolica, tre cittadini romani di 23, 24 e 26, due cittadini africani di 28 e 42 anni, un 23enne cittadino bosniaco ed uno romeno di 26 anni, tutti sorpresi alla guida di veicoli senza aver mai conseguito la patente.

Inoltre, nel corso del servizio sono state ritirate 20 patenti e 23 carte di circolazione, 405 le contravvenzioni al Codice della Strada elevate che hanno comportato la decurtazione di 544 punti patente. Ventinove i veicoli e motoveicoli sottoposti a sequestro, 14 invece i fermi amministrativi.

TENTA IL SUICIDIO GETTANDOSI NEL TEVERE.UN CARABINIERE SI TUFFA E SALVA UN 70ENNE.

Alle 22.30 di ieri sera, i Carabinieri di pattuglia della Stazione Roma Trionfale, transitando in una stradina che costeggia il Lungotevere Oberdan, nei pressi dello Stadio Olimpico, hanno udito dei lamenti provenienti dal fiume. I militari si sono avvicinati alla sponda del Tevere ed hanno visto una persona, allo stremo delle forze e quasi priva di sensi, che tentava disperatamente di mantenersi a galla tra i flutti. Uno dei Carabinieri, d'istinto, si è tuffato in acqua, raggiungendo l'uomo e trascinandolo verso l'argine del fiume.

Nel frattempo, l'altro militare ha allertato la centrale operativa "112", poi è corso in supporto del collega che, a causa dell'altezza dell'argine, non riusciva a risalire sulla sponda.

A quel punto, dopo essersi ben ancorato al suolo, ha afferrato la vittima e il Carabiniere tenendoli a galla fino all'arrivo di un'unità navale dei Vigili del Fuoco che li ha aiutati a mettersi in salvo. Passato lo spavento, i Carabinieri hanno appurato che l'uomo, un 70enne italiano, dopo essersi imbottito di tranquillanti, si era lasciato cadere nelle acque del Tevere per suicidarsi.

Un'ambulanza del "118" è intervenuta in pochi minuti sul posto prestando le prime cure all'uomo e, successivamente, lo ha trasportato all'ospedale "Santo Spirito", ove è stato trattenuto in osservazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma,sicurezza stradale: ritirate 20 patenti, 43 i veicoli sequestrati. Elevate 287 contravvenzioni e decurtati 544 punti patente. 10 persone denunciate a piede libero

FrosinoneToday è in caricamento