RSVP …....Réspondez s'il vous Plaìt

Il vero biglietto da visita di un Matrimonio è la Partecipazione di Nozze. Molti sposi sottovalutano questo aspetto. E’ opinione diffusa, infatti, che chi riceve l’invito non lo legga con particolare

partecipazioni

Il vero biglietto da visita di un Matrimonio è la Partecipazione di Nozze. Molti sposi sottovalutano questo aspetto. E’ opinione diffusa, infatti, che chi riceve l’invito non lo legga con particolare

attenzione o che, addirittura, lo cestini, trascrivendo la data del matrimonio in agenda.

Questo sarà vero per i più distratti, ma una persona attenta, dal tipo di partecipazione ricevuta, oltre che dalla location e dall’ora fissata, trae diverse considerazioni sul tono del matrimonio, su cosa dovrà indossare e, perché no, su quanto dovrà destinare al regalo degli sposi.

La nostra Agenzia DCM EVENTI opera da molti anni nella Provincia di Roma e soprattutto nei comuni di Colleferro, Artena, Velletri, lariano, Valmontone, Genzano di Roma Olevano Romano; nella provincia di Frosinone nei comuni di Ferentino, Anagni, Ceprano, Cassino, Ceccano, Boville Ernica, Sora, Veroli ; nella provincia di Latina nei comuni di Sermoneta, Formia, Terracina e per tutte le nostre coppie mettiamo a disposizione Il nostro tempo....e la nostra professionalità...

Una partecipazione in carta realizzata a mano di AMORE PROVENZALE , possibilmente con iniziali degli sposi incise a secco o in rilievo in oro, prelude a un matrimonio elegante, tradizionale e formale e soprattutto lo Renderà Unico....perchè non avrà uguali!!!. Una partecipazione colorata, magari con disegni spiritosi, annuncia un matrimonio giovanile e informale. Un invito dai materiali ricercati, assemblati in maniera originale, fa immaginare un matrimonio anticonformista, probabilmente trendy o stravagante. Secondo lo stile della partecipazione, va scelto il carattere e il colore di stampa. Senza alcun dubbio, il “corsivo inglese” è il più elegante e ben si adatta a delle partecipazioni tradizionali. Il colore da preferire in questi casi è il seppia (marrone scuro), il grigio o il dorato. E’ qui possibile però orientarsi anche su altri colori di stampa come il blu, il verde o il viola, sicuramente meno formali. Ci sono varie formule per annunciare il matrimonio. La più tradizionale prevede che a partecipare il matrimonio siano i genitori degli sposi. Al giorno d’oggi, però, questa formula è in disuso. Gli sposi preferiscono, infatti, annunciare il loro matrimonio da sé. Tuttavia alcuni giovani, legati alle tradizioni e che desiderano un matrimonio elegante, continuano a preferire l’annuncio dei genitori, che è, comunque, da sconsigliare sia nel caso in cui quest’ultimi siano risposati o vedovi, sia nel caso in cui i figli non vivano più con loro.

Secondo il galateo nuziale, è buona norma invitare lo stesso numero di persone in chiesa e al locale.

D’obbligo la gentile richiesta di conferma: perfetta la discreta sigla R. S. V. P. (dal francese, répondez s’il vous plaît).
Le partecipazioni vanno spedite circa due mesi prima la data del matrimonio. Possono anche essere consegnate a mano dagli sposi o dai genitori di quest’ultimi (se si è scelto la formula con annuncio dei genitori). E’ importante che i nomi sulle buste non siano battuti a macchina o stampati. Vanno sempre trascritti a mano, in bella calligrafia. Assolutamente da evitare tutti i titoli (Dott., Ing., Prof. ecc…) davanti al nome degli invitati, a meno che non si tratti di appartenenti all’Arma o al Clero. Tutti i nomi degli invitati devono essere preceduti dalla formula Gent.mo, Gent.ma o Gent.mi.

Nel caso di una famiglia, si indichi semplicemente: “Famiglia Rossi”. Se i figli non vivono più con i genitori, si preveda una partecipazione apposita. Nel caso di una coppia sposata senza figli, si scriva: “Mario Rossi e Signora” oppure, meglio, “Mario e Maria Rossi”.

E’ obbligatorio, in data successiva al matrimonio, inviare dei biglietti di ringraziamento ai parenti e agli amici che abbiano fatto un regalo agli sposi. Questa pratica, quanto mai cortese, è, purtroppo, caduta in disuso. Il biglietto va scritto a mano e personalizzato. Mai frasi generiche del tipo: “Anna e Paolo ringraziano per il regalo”. Va assolutamente specificato il regalo che si è ricevuto e il gradimento, accompagnando il tutto con una frase carina creata ad hoc per l’invitato che la riceve. Se il regalo è in denaro, è consigliabile accennare all’utilizzo che se n’è fatto.

Per tutte le coppie che vogliono rendere unico il Matrimonio consigliamo AMORE PROVENZALE , la linea di partecipazioni di DCM EVENTI

Scegli solo di essere Felice.....a tutto il resto Penseremo noi!!!! parola di AMORE PROVENZALE BY DCM EVENTI

Per chi vuole chiedere informazioni sulLA LINEA AMORE PROVENZALE …

page facebook : Amore Provenzale by Dcm Eventi

Info@dcm-eventi.it

Chiara 3396411900

Francesca 3663810448

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento