Sabato, 16 Ottobre 2021
Roma

San Vittore, beccato in autostrada con la refurtiva colto in flagranza

Questa mattina, 2 Maggio,  a San Vittore del Lazio, i militari della Stazione di Cervaro arrestavano nella flagranza del reato di furto aggravato e ricettazione un 43enne tunisino, senza fissa dimora.

Questa mattina, 2 Maggio, a San Vittore del Lazio, i militari della Stazione di Cervaro arrestavano nella flagranza del reato di furto aggravato e ricettazione un 43enne tunisino, senza fissa dimora. Il predetto, viaggiante a bordo di un'autovettura oggetto di furto, segnalato come l'autore di alcuni furti commessi poco prima in quel comune, veniva intercettato da una pattuglia all'imbocco dell'A/1 ove il suddetto, nel tentativo di sfuggire agli operanti, imboccava detta arteria contromano. Nella circostanza, solo grazie all'azionamento dei dispositivi luminosi e di una volante della Polizia Stradale, si scongiurava il pericolo di incidenti frontali. L'inseguito, vistosi braccato, abbandonava l'autovettura e si dileguava nelle campagne circostanti, venendo individuato, poco dopo, all'interno di un'aria di servizio, ove veniva tratto in arresto dal suddetto personale, dall'Aliquota Radiomobile e dalla Stazione di Vallerotonda intervenuta sul posto. Nell'autovettura, risultata trafugata il 29 aprile u.s. a Pietravairano (CE), veniva rinvenuto materiale di giardinaggio e da lavoro, risultato trafugato nella notte ai danni di alcuni cittadini di San Vittore del Lazio. Sia l'autovettura che la merce rinvenuta, del valore complessivo di ?15.000,00 circa, veniva restituita ai legittimi proprietari mentre l'arrestato associato presso la Casa Circondariale di Cassino.

Sant'Elia Fiumerapido

Nel pomeriggio del 30 aprile u.s., in Sant'Elia Fiumerapido, località Campo di Manno, i militari della locale Stazione arrestavano due operai del posto, di cui uno romeno, nella flagranza di furto aggravato in concorso. I suddetti venivano bloccati a bordo di un autocarro subito dopo aver asportato trenta quintali di legna da ardere dal bosco di proprietà di un 69enne del luogo.

Il valore della legna, in parte tagliata e pronta per essere asportata, ammonta a ?10.000,00 mentre, per i reiterati furti avvenuti nei giorni passati ed attribuibili sempre ai suddetti, il danno causato ammonta ad oltre ?50.000,00. L'autocarro veniva sottoposto a sequestro unitamente agli attrezzi utilizzati per tagliare la legna. Gli arrestati venivano ristretti in regime degli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Vittore, beccato in autostrada con la refurtiva colto in flagranza

FrosinoneToday è in caricamento