Giovedì, 28 Ottobre 2021
Roma

Serrone, dal 25° Premio Rocca D’Oro una nuova spinta per il turismo in Provincia

Con i festeggiamenti per i 200 anni dell’arma dei carabinieri, dei 50 anni della Mustang di Lee Dalmon arrivata dall’America e che ha fatto bella mostra per tutta la serata e soprattutto con le nozze d‘argento del premio stesso, si è svolta

Con i festeggiamenti per i 200 anni dell'arma dei carabinieri, dei 50 anni della Mustang di Lee Dalmon arrivata dall'America e che ha fatto bella mostra per tutta la serata e soprattutto con le nozze d'argento del premio stesso, si è svolta

nella "piazzitella" di Serrone la manifestazione per la consegna del premio Rocca D'Oro, questa volta rappresentata dalla grafica del maestro Antonio Fiore, premiato e presente sul posto, che nel quadro di cosmopittura ha disegnato ed interpretato: la pace nel Mondo ed appunto i 25 anni del Premio.

Il tutto è iniziato nel pomeriggio sulla cima del Monte Scalambra dove è stata depositata una corona di fiori bianchi sotto il monumento della Madonna della Pace, per ricordare i caduti che hanno lottato per la pace.

Importante per la nostra provincia di Frosinone l'incontro avvenuto sul palco tra il Commissario Giuseppe Patrizi che ha parlato di turismo ed ha conosciuto la direttrice tecnica della New Gate Tour-Legionari di Cristo Patrizia Barattelli con la quale si è instaurato un rapporto per sviluppare il turismo religioso nella provincia.

Altro momento toccante della serata c'è stato quando la ricercatrice serronese la Prof.ssa Margherita Eufemi si è detta lusingata di riceve il Premio proprio nella "piazzitella" dove da piccola ha sempre giocato ed è praticamente cresciuta nei 25 anni del Premio. Con i premiati si è sviluppato un interessante percorso e la pronipote di Giuseppe Verdi ha anticipato che andrà New York per presentare degli inediti giovanili del grande maestro Italiano.

Così, con la splendida grafica del maestro Antonio Fiore (che terrà una sua personale a Fiuggi all'inizio di agosto nella sala del cinema Comunale), sul palco si è avuta la presenza dell' Arma dei Carabinieri con il Cap.Camillo Giovanni Meo (comandate la Compagnia di Anagni), accompagnato dal Maresciallo Serpico (comandante della stazione di Piglio), della Guardia di Finanza con il Cap. D'Acunto, di Don Sergio Rodriguez Y Lopez-Ross (Direttore Istituto Cervantes-Spagna in Roma) della giornalista Francese Anne Camille Charlait (Le Figarò) per quel tocco di internalizzazione. Il premio è stato consegnato, anche, alla professori:Anna Ferraro, e Umberto Longo (Ordinario di Storia all'università La Sapienza di Roma), al Prof. Manlio Caporale (Primario Ortopedico Ospedale di Tivoli e Monterotondo).

Il mondo del giornalismo ha visto la presenza a Serrone del Vice presidente dell'Ordine del Lazio Gino Falleri, del Gen. Carlo Felice Corsetti e di Padre Grieco che hanno consegnato i premi al Dott. Andrea Maresi (Giornalista presso la sede europea di Straburgo), al Dott. Michele Cucuzza (Giornalista Rai), al Dott. Alessio Porcù (direttore Teleuniverso), alla Dott.ssa Dina d'Isa (Il Tempo), alla Dott.ssa Cinzia Romani (il Giornale), alla Dott.ssa Anne Camille Charlait (giornalista francese in Italia).

Inoltre, sono stati premiati la Sig.ra Patrizia Barattelli (Direttrice New Gate Tour- Legionari di Cristo); il Dott. Aldo Mattia (Presidente Agenzia Mercati Roma e Direttore Coldiretti Lazio). Per lo spettacolo la Sig.ra Anyla Kraja (professoressa Violino); Sig. Maurizio Varamo ( direttore Scenografia Teatro dell'Opera di Roma); Sig.a Emanuela Garuccio ( Attrice delle fiction televisive Elisa di Rivombrosa e Incantesimo 7) e l'attore comico Andrea Rivera ed Edoardo Siravo ( attore e doppiatore) e la Sig.na Francesca Lollobrigida ( Campionessa Italiana Pattinaggio su ghiaccio) che ha portato con se quel brivido sportivo che è servito a caricare ulteriormente la bella serata culturale, di arte, teatro e cinema.

Nutrito il parterre degli invitati: il Sindaco di Serrone Natale Nucheli, il Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone Giuseppe Patrizi, l'assessore Bruno Pagliaro, il Vice Comandante dell'Aeroporto di Frosinone Ten. Col. Marini, Padre Gianfranco Grieco ( segretario dicastero per la Famiglia), il Consigliere Di Ambasciata Fabio Cassani Pironti, Don Pino (Don Guanella di Roma) e da tante altre persone presenti cosi come l'ultimo nato della dinastia Flavi il piccolo Lorenzo e da tantissime altre persone che sono volute essere presenti.

LA MOSTRA

Non è mancata la cultura con la mostra degli annulli Postali sui loghi realizzati da: Ennio Calabria, Dario de Blank, Carlo Busiri Vici, Elvino Echeoni, Giacomo Lisia, Giancarlo Antonimi, Maria Pia Capocci, Valerio Mazzoli, Gianni Testa, Franco Costa, Simona Morelli, José Ramón Tarazona Gélvez, Claudio Spada, Carlo Riccardi, Luigi Centra e dal grande futurista Antonio Fiore. Poi gli illustri ospiti hanno visitato il centro storico e la mostra dei Costumi di Teatro donati da Bice Minori al comune, con all'interno il vestito indossato da Giovanni Paolo II in occasione della visita ai detenuti di Rebibbia nel lontano 2000.

LO SPETTACOLO

Lo spettacolo è stato assicurato dalla Fanfara Antica Città di Paliano diretta dal maestro Mauro Salvatori e dalle meravigliose ragazze della pizzica Emanuela, Eleonora e Ramona che hanno deliziato il pubblico e dal maestro Massimo Cappello che le ha accompagnate e prima di premiare l'Arma dei Carabinieri ha suonato l'Inno di Mameli.

La serata è stata presentata dalla show girl Francesca Rettondini e dal presidente ed orgnizzatore Giancarlo Flavi che si è detto molto soddisfatto: "crediamo di aver fatto gettare il seme per un incremento del turismo religioso nella nostra provincia con l'incontro tra il Commissario Patrizi e la signora Barattelli (dei Legionari di Cristo). Però, sono rammaricato perché le istituzioni: Regione e Provincia non hanno dato ragione della loro "presenza" economica cosa che invece è stata fatta per altre manifestazioni e con la quale avremmo potuto ottimizzare il tutto in modo migliore. Comunque, un grosso grazie va alla Camera di Commercio di Frosinone, al Comune di Serrone, alla Coltivatori Diretti di Roma e Frosinone, alla Turriziani Petroli, alla Bonollo di Anagni alla BCC di Paliano e Martini Mobili di Paliano".

Per concludere, dal palco è stata lanciata la festa del Pane nel fine settimana del 13 e 14 settembre con la nuova accensione dei forni all'interno del borgo antico di Serrone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serrone, dal 25° Premio Rocca D’Oro una nuova spinta per il turismo in Provincia

FrosinoneToday è in caricamento