Serrone, due blogger interessati al Presepe ed ai costumi ciociari per la creazione di un portale turistico del Lazio

Visita esplorativa di due  blogger Ing. Claudia Bettiol e lo scozzese-australiano Gavin nel Presepe Etnografico  a Grandezza Naturale di Serrone e alla mostra di costumi teatrali di Bice Minori.

serrone-visita-brogger-claudia-gevin-2

Visita esplorativa di due blogger Ing. Claudia Bettiol e lo scozzese-australiano Gavin nel Presepe Etnografico a Grandezza Naturale di Serrone e alla mostra di costumi teatrali di Bice Minori.

E’ questo un binomio d’arte teatrale nato da alcuni protagonisti a cominciare dall’ex Sindaco Sesto Damiza e l’ex parroco don Mario Proietti Conti, idea realizzata per loro dallo scenografo Santi Migneco, in collaborazione, allora ben 19 anni fa con la Costituenda Associazione Culturale “Serrone”.

E’ stata questa una felice intuizione che è cresciuta negli anni, poiché da 25 manichini, vestiti con gli abiti tradizionali ciociari degli anni 50 donati dalla popolazione di Serrone, oggi si è arrivati a circa 125 manichini vestiti ed a questi va aggiunta la maestria dello scenografo Santi Migneco, che con la sua arte ha creato i personaggi esposti nel Presepe che sono stati collocati in un percorso all’interno del bellissimo Centro Storico che comprende anche la vetusta Chiesa dedicata a San Pietro che sta per compiere i sui primi mille anni di vita (2076) ed appunto al bellissimo museo dei Costumi di Teatro (sembra che in Italia ve ne siano solamente altri 2). Un museo di costumi indossati dai grandi del teatro italiano che a Serrone, guarda caso, sono stati installati su manichini proprio da Santi Migneco che ne ha curato la disposizione nella sala dove una volta vi erano le suore Carmelitane presso l’ex casa della fondazione Verzetti.

Nei giorni scorsi c'è stata la visita dei blogger che causalmente, hanno incontrato nella cantina dell’Asino anche il Sindaco Natale Nucheli e qui è stato intavolato un discorso per il futuro turistico del paese, poiché i due blogger, stanno per presentare al pubblico un portale turistico bilingue italiano-inglese comprendente tutto il Lazio. Sul quale hanno fatto un notevole investimento e con il quale pensano di dare una grossa mano al Lazio e quindi a tutti i paesi dellla nostra Regione perché si stanno mettendo in campo forze che possano raggiungere i paesi per meglio capirne le potenzialità e per lanciarlo in un nuovo tipo di ricevimento turistico. Ogni paese ha delle piccole o grandi potenzialità ma queste vanno messe a regine e sfruttate in favore del posto per richiamare sempre più turisti. E’ questo un progetto internazionale ma a realizzarlo sono chiamati, in primis, gli amministratori locali poi gli operatori turistici a cominciare dai ristoratori ai produttori. “Certo è un lavoro arduo, duro – ci assicurano i due blogger che abbiamo accompagnato in visita a Serrone – è una sfida che si deve vincere perché si crea nuova economia per tutti”. Entrambi sono molto positivi e confidano negli enti affinché riescano a capire questo portale realizzato in italiano-inglese e prossimamente in Cinese. Intanto si sta procedendo al caricamento di 500 contenuti di Story Telling in almeno 2 lingue. Insomma, è già una “cosa” che funziona e sta per essere presentata, non solo ai suoi 150.000 fans (mondiali) ma in tutti i paesi del Lazio che aderiscono con una minima spesa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento