Roma

Tivoli-Roma, in arrivo maxi aumento dell’autostrada A 24. Da Castel Madama alla Capitale 3,50 euro a tratta

Come ogni capodanno che si rispetti, da 10 anni a questa parte, arriva puntuale l’aumento del pedaggio sull’autostrada A24 Autostrada dei Parchi che collega la Valle dell’Aniene con Roma. Infatti la Società Strada dei Parchi S.p.A., che fa capo...

Come ogni capodanno che si rispetti, da 10 anni a questa parte, arriva puntuale l'aumento del pedaggio sull'autostrada A24 Autostrada dei Parchi che collega la Valle dell'Aniene con Roma. Infatti la Società Strada dei Parchi S.p.A., che fa capo alla

famiglia dell'imprenditore abruzzese Carlo Toto, ha presentato al ministero dei Trasporti una richiesta di aumento del 9 percento per i pedaggi, a partire dal 1 gennaio 2015.

Un aumento ben superiore al 1,5% di media sull'intera rete nazionale imposto dal Ministro Lupi; ma l'imprenditore Abruzzese si è giustificato dicendo che la necessità è dovuta ad un calo del 20% del traffico.

Dall'altra parte della contesa stanno scendendo in piazza i sindaci Abruzzesi e Laziali per una class-action contro l'autostrada più cara d'Italia, statistiche alla mano.

I cittadini e pendolari, dopo l'aumento dell 8,25% nel 2014, si vedranno dentro la bottiglia di spumante ben augurale, il rincaro del 9% sul pedaggio; infatti per i cittadini della valle dell'Aniene che transitano nel tratto Vicovaro-Mandela in direzione della capitale, avranno un aumento di ben 60 centesimi sull'attuale pedaggio, passando dai ? 4,10 a ? 4,70; mentre chi percorre la stessa tratta entrando dal casello di Castel Madama subirà un rincaro di 30 centesimi passando dai ? 3,20 ai 3,50.

In dieci anni, i pedaggi delle Strade dei parchi sono quasi triplicati penalizzando fortemente l'economia del territorio laziale ed abruzzese.

A questo punto si prospetta un fine anno con il "botto": da una parte il concessionario Strada dei Parchi S.p.A. che vuole imporre aumenti salati (oltre il 1,5% imposto dal ministero dei trasporti) e dall'altra parte i sindaci che difendono l'unica strada percorribile per raggiungere Roma, con la speranza che la Strada dei Parchi S.p.A. non diventi ancora una volta un'autostrada privata solo per pochi ricchi, invitando lo Stato italiano, nel prolungare la concessione ad imporre una politica dei prezzi, altrimenti l'A24, come la A25, la cessione si trasforma in un comodato d'uso, e questo e' inaccettabile.

Gabriele D'Acuti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tivoli-Roma, in arrivo maxi aumento dell’autostrada A 24. Da Castel Madama alla Capitale 3,50 euro a tratta

FrosinoneToday è in caricamento