San Cesareo, attore per un giorno. Un bambino gravemente malato realizza il suo sogno

Se si crede veramente i sogni si realizzano e non solo a Natale. Lo sa bene Angelo (nome di fantasia), un bambino di San Cesareo affetto da gravi problemi di salute, che è riuscito a realizzare il suo sogno più grande: recitare in un film horror...

Se si crede veramente i sogni si realizzano e non solo a Natale. Lo sa bene Angelo (nome di fantasia), un bambino di San Cesareo affetto da gravi problemi di salute, che è riuscito a realizzare il suo sogno più grande: recitare in un film horror.

Mercoledì 14 dicembre Angelo, accompagnato dall’assistente sociale dott.ssa Loredana Caracausi, dal consigliere delegato ai Servizi sociali Vittorio Paglia e dalle volontarie della onlus Make-A-Wish Italia, Monica e Paola, si è ritrovato su un vero set cinematografico. Tra mostri, fantasmi ed effetti speciali, dopo essere passato al trucco, il piccolo Angelo ha realizzato il suo desiderio recitando una piccola parte in un cortometraggio scritto appositamente per lui e diretto dai registi Sergio Stivaletti e Claudio Stirlati. “Sono ormai diversi anni che mi occupo di sociale per il Comune di San Cesareo, ogni anno seguiamo decine e decine di casi cercando di aiutare quante più persone possibili, ma essere riusciti grazie alla onlus Make-A-Wish Italia a regalare un sorriso ad Angelo è senza ombra di dubbio una delle cose più emozionanti a cui mi sia mai capitato di assistere – dichiara commosso il consigliere Paglia -. La timidezza inziale di questo bambino speciale ha lasciato subito il posto alla voglia di esibirsi, di esprimere se stesso attraverso la recitazione, facendolo sentire attore per un giorno. Il suo sorriso, i suoi occhi gonfi di felicità e la soddisfazione per essere riuscito, nonostante la malattia, a realizzare un suo sogno nel cassetto li custodirò sempre nel mio cuore”. Tutto questo è stato possibile grazie al lavoro encomiabile delle “fatine buone” Monica e Paola che hanno saputo accompagnare Angelo con professionalità e dolcezza in questa splendida esperienza. Sono state loro ad aver accolto la segnalazione della dott.ssa Caracausi e ad averla sottoposta all’attenzione del Gran Consiglio di Genova dove l’organizzazione ha sede. E Make-A-Wish Italia, riconosciuta giuridicamente dallo Stato Italiano, non si è tirata indietro. “Per un bambino colpito da una patologia grave o cronica, affrontare la vita può essere molto difficile: le cure pesanti, i ricoveri frequenti gli fanno perdere la propria vita da bambino, la spensieratezza e talvolta anche la voglia di vivere- fanno sapere dalla onlus-. Ogni giorno noi di Make-A-Wish Italia ci impegniamo, con passione, dedizione e professionalità, a realizzare il desiderio del suo cuore, per donargli una vita migliore e aiutarlo a ritrovare la speranza. Oggi Make-A-Wish Italia riceve segnalazioni dai principali Ospedali Pediatrici di tutta Italia, può contare sull’aiuto di oltre 280 volontari, coordinati dalla sede di Genova e dall’ufficio di Milano, e ad oggi ha realizzato oltre 1500 desideri. Un desiderio che si realizza, per un bambino ammalato gravemente, è molto più dell’esperienza di un singolo momento: è qualcosa che dura tutta la vita. E’ un potente pensiero positivo che dà al bambino la forza di lottare, affrontando al meglio le terapie, e aiuta sia lui che la sua famiglia a ritrovare la speranza, perché nulla è impossibile, anche la guarigione dalla malattia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento