San Cesareo, due anni di continua crescita per il centro commerciale La Noce. Interv. Al Presidente Ginepri

Nel novembre 2013 quando venne inaugurato il Centro Commerciale La Noce a San Cesareo, dopo anni e anni di lungaggini burocratiche, pochi erano quelli che credevano che questo nuova struttura commerciale potesse affermarsi

Mauro Ginepri

Nel novembre 2013 quando venne inaugurato il Centro Commerciale La Noce a San Cesareo, dopo anni e anni di lungaggini burocratiche, pochi erano quelli che credevano che questo nuova struttura commerciale potesse affermarsi

e diventare un punto di riferimento per l’ampia zona al sud di Roma che va dalla periferia della capitale fino a Labico. Invece, con i fatti e grazie ad una gestione attenta sia dal punto di vista strettamente commerciale ma anche da quello dell’organizzazione degli eventi il Centro Commerciale è diventato un punto di incontro per giovani, famiglie ed anziani, una sorta di nuova piazza che continua a crescere in maniera concreta con numeri importanti anche per quanto riguarda l’occupazione con quasi 300 persone all’interno.

Dopo il bilancio del secondo anno di esercizio abbiamo incontrato Mauro Ginepri, il presidente del consiglio di amministrazione del consorzio che gestisce il centro commerciale, che ci ha spiegato come stanno andando le cose con il suo consueto ottimismo.

“Sinceramente possiamo dire, dopo aver analizzato nel dettaglio anche il secondo bilancio che la crescita del nostro centro Commerciale è costante. Siamo ad un più 20%, rispetto al 2014, sia nel fatturato che come numero degli scontrini emessi. Un dato veramente importante che sottolinea come si sia imboccata la strada giusta. La società di gestione del nostro centro ci ha comunicato che tra gli oltre 20 centri che gestisce in tutta Italia solo il nostro e quello dell’Aquila hanno raggiunto queste percentuali di crescita. C’è da dire che siamo stati sempre molto attenti alle tipologie di negozi che andavano ad aprire. Abbiamo evitato doppioni ed abbiamo cercato negozi di qualità. In due anni solamente 4 sono cambiati ed a breve aprirà un negozio di grandi firme per uomo. Ovviamente il Conad è il negozio che va per la maggiore e che fa i numeri più alti, poi c’è Unieuro con le continue offerte che sta andando molto bene. Ma c’è anche il discorso degli eventi. Cerchiamo di organizzare manifestazione che richiamino un pubblico eterogeneo e finora sono andate sempre molto bene. Sabato 26 ci sarà quella dell’uovo di Pasqua gigante alla quale siete tutti inviati”.

Daniele Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento