San G. Incarico, l'ex sindaco si difende: "Mai preso soldi, appartamento pagato con regolare mutuo"

Dalla difesa di Antonio Salvati riceviamo e pubblichiamo la replica inerente la vicenda del sequestro cautelativo dei beni

L'ex sindaco di San Giovanni Incarico, Antonio Salvati, per mano dei suoi legali, spiega la vicenda relativa al sequestro cautelativo dei beni come disposto dal Gip del tribunale di Cassino su richiesta della Procura.

La difesa

"Salvati ha totale rispetto per il lavoro del Tribunale di Cassino presieduto dal Presidente Donatella Perna, come, in egual modo, ha rispetto per le attività del Pubblico Ministero Alfredo Mattei e delle Forze di Polizia Giudiziaria (Guardia di Finanza, Carabinieri, Polizia che fanno il loro dovere in osservanza della legge. I reati di concussione, corruzione, ecc. sono reati contro la Pubblica Amministrazione, e prevedono, per la loro natura giuridica, il sequestro cautelativo dei beni da parte dello Stato, perché, se l'imputato risulterà colpevole, lo Stato possa rivalersi".

Il mutuo

"E' doveroso precisare che non sono stati assolutamente ritrovati i 250.000 di cui parla Rea, come invece alcuni Organi di stampa hanno erroneamente pubblicato: cio' non corrisponde, nel modo più assoluto, alla verità, e non corrisponde nè al contenuto del sequestro cautelativo ne' alle doverose attività della Guardia di Finanza. Tant'è che la moglie del Salvati non ha affatto acquistato un appartamento a Roma pagandolo 290.000 euro, ma ha stipulato un mutuo trentennale che sta pagando con rata mensile (al posto di pagare un affitto, avendo 4 Figli studenti all'Università la Sapienza). Ora il mutuo è sospeso, da alcuni mesi, per la normativa Covid. Se i Giudici riterranno, all'esito del Processo, che Salvati ha commesso il reato di concussione, allora si procederà con l'esecuzione di legge, fatte salve eventuali impugnative".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento