San Vito Romano, imbrattato il teatro comunale. Vandali in azione nella notte

Nella notte tra mercoledì e giovedì ultimi scorsi, 15 e 16 giugno 2016, è stato compiuto, nel borgo prenestino di San Vito Romano, un grave atto vandalico. Sono state infatti deturpate le mura esterne del teatro “Caesar”: un gioiello,

San Vito Romano, imbrattato il teatro comunale. Vandali in azione nella notte

Nella notte tra mercoledì e giovedì ultimi scorsi, 15 e 16 giugno 2016, è stato compiuto, nel borgo prenestino di San Vito Romano, un grave atto vandalico. Sono state infatti deturpate le mura esterne del teatro “Caesar”: un gioiello,

culturale, storico ed architettonico, che rende la cittadina ancor più accogliente ed interessante, tanto da essere meta ambita di comitive turistiche, provenienti da ogni dove, anche dall’estero.

Ignoti, a tutt’oggi, gli autori del vile gesto che, nell’animo dei sanvitesi onesti e perbene, ha elevato, dal primo istante, a notizia pervenuta, sentimenti di sdegno e condanna unanime, netta e decisa.

Sono state avviate le indagini per accertare i responsabili che, la locale caserma dei Carabinieri, sta conducendo con piglio e scrupolo.

Il primo cittadino Maurizio Pasquali, a nome dell’Amministrazione sanvitese e dell’intero parlamentino locale, si dice rammaricato ma, nel contempo, è deciso a tutelare, ancor più, l’onorabilità e la rispettabilità dell’intera comunità, dopo l’inqualificabile vicenda.

Essa duole, ma non sminuisce assolutamente il valore identitario e di raccordo sociale, di cui proprio il Teatro è, da sempre, un indiscusso ed affermato portatore.

«L’Amministrazione comunale – afferma il sindaco – è fortemente sdegnata, per quanto accaduto al teatro “Caeser”, che ascriviamo nell’insiemistica dell’assurdità.

La mano o le mani di uno o più perdigiorno ha provocato un danno di immagine al nostro Teatro e, non ultimo, in senso più generale, a tutta la nostra civile ed unita comunità, che si identifica nei valori del rispetto e della dignità.

Questa triste vicenda, purtroppo, è anche ragione di lesione economica, a carico della collettività, per due essenziali ed importantissimi motivi: il ripristino dell’intera area e, non ultimo, quello di dotare il nostro patrimonio delle giuste ed opportune misure di prevenzione e deterrenza».

L’azione di forte disturbo al decoro urbano e alla condivisione di una realtà aggregante qual è il teatro comunale, in quel di San Vito Romano, sta rivitalizzando la discussione sulle sanzioni da comminare, se individuati, ai responsabili di simili sfregi.

«Quanti si sono macchiati dell’oltraggio al nostro Teatro comunale, una volta identificati con certezza, non dovranno essere scusati – puntualizza Maurizio Pasquali – anzitutto per preservare il senso civico ed istituzionale delle persone perbene». San Vito Romano vive dei momenti di sconforto, ma non di disgregazione sociale, che appare ben salda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fil. Cap.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento